Tavares: “Vogliamo la salvezza matematica. Con Lello Di Napoli un ottimo rapporto”

TavaresTavares prova il tiro

Con cinque reti all’attivo è il capocannoniere di squadra, a pari merito con il brasiliano Gustavo. L’attaccante biancoscudato Diogo Tavares è stato il protagonista della conferenza infrasettimanale, ospitata dalla sala stampa dello stadio “Giovanni Celeste”. Al sito ufficiale dell’ACR Messina la punta ex Ancona ha commentato il momento di forma della squadra, che grazie al successo conquistato contro la Lupa Castelli Romani ha di fatto ipotecato il mantenimento della categoria.

Tavares

Tavares in azione nel match con l’Andria

“A Rieti è stato un match difficile – ha ammesso il principale terminale offensivo peloritano – Abbiamo combattuto fino alla fine per trovare il gol e ci siamo riusciti a pochi minuti dal termine dei novanta regolamentari. La vittoria è stata importante perché mancava da tempo ed avevamo bisogno di questi tre punti in chiave salvezza”. 

I nove punti di vantaggio sul Catania, costretto un po’ a sorpresa a dover faticare per evitare gli insidiosi play-out, rappresentano un margine confortante. Il calciatore portoghese però non ama i facili entusiasmi, nonostante anche il calendario sembri strizzare l’occhio ai peloritani: “Non dobbiamo abbassare la guardia e l’intensità in vista del doppio turno casalingo contro Foggia e Melfi. Dovremo scendere in campo con la giusta mentalità e cattiveria. Sono due squadre che hanno bisogno di punti in vista dei rispettivi obiettivi ma anche noi abbiamo fame e vogliamo ottenere prima possibile gli ultimi punti per la permanenza matematica”.

Lello Di Napoli

Lello Di Napoli

La squalifica di Arturo Di Napoli ha chiuso definitivamente la gestione dell’ormai ex tecnico allenatore del Messina. Il gruppo sta progressivamente metabolizzando il cambio di gestione, anche se in fondo Raffaele Di Napoli era in riva allo Stretto già da agosto: “Il rapporto con Lello è ottimo, anche perché abbiamo lavorato con lui già da prima dell’inizio del campionato. È un professionista e sa fare bene il suo lavoro, noi lo seguiamo e ci troviamo bene con lui”.

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma