Successo e tanti brindisi in piazza la prima edizione del “Fondachelli Fantina Beer Park”

Una prima edizione dai grandi numeri quella del “Fondachelli Fantina Beer Park”. Il primo festival della birra artigianale che si è svolto nel piccolo Comune di Fondachelli Fantina, nel messinese e che ha coinvolto tantissima gente, tra locali, siciliani, ma anche tanti turisti. Un primo appuntamento quindi che soddisfa appieno le attese e che fa già sperare in una seconda edizione.

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

Tra il buon cibo siciliano, con i piatti tipici locali, la musica, il folklore e ovviamente fiumi di buona birra artigianale dei migliori birrifici siciliani e non solo, le due giornate hanno regalato ai partecipanti momenti di grande allegria e divertimento. Centrato in pieno dunque lo spirito del progetto, ideato e curato da Sir – Servizi in rete e da Ideology Creative Studio, che era quello di fare conoscere un angolo di paradiso naturale, come il Comune di Fondachelli Fantina, cavalcando l’onda del grande apprezzamento in tutta Italia e nel mondo verso la birra artigianale. I craft beer lovers si sono dati appuntamento quindi giovedì e venerdì scorsi per trascorrere insieme due giornate di festa, ammirare le bellezze naturalistiche e folkloristiche di questa terra circondata dai Monti Peloritani da una parte e dal gruppo calcareo di Rocca Salvatesta e le Rocche di Durante dall’altra e riscoprire le tradizioni di un tempo, a partire dai giochi tipici di una volta come il torneo di lancio del Maiorchino a cui hanno partecipato in tantissimi.

Fondachelli Beer Park location

Fondachelli Beer Park location

Grande spazio poi al divertimento con lo spettacolo cabaret di Massimo Spata e con l’intrattenimento musicale e i dj set e live set che hanno permesso ai partecipanti di ballare fino a notte fonda. Diverse poi gli stand di artigiani locali, i maestri del legno, della pietra, della ceramica e dei bijoux fatti a mano, che hanno esposto le loro creazioni. Soddisfatti gli organizzatori e gli amministratori locali, a partire dal sindaco Marco Pettinato: “Abbiamo da subito accolto questo proposta perché rispetta la politica che da sempre contraddistingue il nostro Comune: quella dell’accoglienza. Ospitiamo un centro di accoglienza per stranieri ormai da anni, ma la nostra è un’apertura non solo sociale, speriamo infatti di fare conoscere, con iniziative come questa, la bellezza della nostra terra e accogliere tanti turisti”. Orgogliosa dell’ottimo risultato raggiunto anche l’assessore all’ istruzione, turismo, spettacolo e sport, Gioconda Grasso: “Siamo soddisfatti della calorosa risposta che abbiamo ottenuto. Il clima, il paesaggio e la tradizione del nostro Comune sono bellezze da riscoprire e promuovere. Il “Beer Park” si proponeva questo scopo e siamo lieti di averlo raggiunto”.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti