Sport Patti, Gullo e Waldner fiduciosi. Ponticiello saluta l’amico Di Carlo e la famiglia Sindoni

Sport Patti-Napoli

Al termine di un match che ribadisce la forza del Cuore Napoli, prima in classifica con Palestrina e Luiss, la sensazione è che lo Sport Patti stia crescendo come sancito dalla parole del play Daro Gullo: “Abbiamo messo il cuore in campo ma non è bastato, dobbiamo persistere ed i risultati sono sicuro che arriveranno. Affrontavamo la capolista e non dobbiamo mai lamentarci ma i falli tecnici e gli intenzionali comminati dagli arbitri hanno inciso sull’andamento della gara. Non dobbiamo abbatterci, ringrazio il pubblico caloroso e rumoroso sempre al nostra fianco. Sono fiducioso e proseguiremo nel lavorare ogni giorno, pensare ad una gara per volta e centreremo l’obiettivo. Napoli, Palestrina e Valmontone sono in testa perchè sono pressocchè perfette anche in trasferta, a noi brucia la sconfitta con Maddaloni ma guardiamo avanti”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il pivot Enrico Waldner, nuovo acquisto bianconero: “Stiamo lavorando forte in allenamento, la sconfitta fa male ma in settimana siamo coesi e questo è l’importante. Non è semplice rientrare a campionato in corso in una squadra già ben delineata. Siamo un’ottima squadra, la direzione è quella giusta, ci alleniamo otto volte la settimana ma lo facciamo col sorriso e dopo questi ko di misura sono certo che ci rialzeremo come collettivo. Vogliamo salvarci e guardiamo al futuro con fiducia, nella seconda parte del campionato centreremo la vittoria. Dagli under al capitano lavorano tutti sodo”.

"Ciccio" Ponticiello, coach del Cuore Napoli

“Ciccio” Ponticiello, coach del Cuore Napoli

In casa Napoli è l’esperto Francesco Ponticiello che festeggia la vetta della classifica al termine di una gara non così semplice: “Al di là del successo abbiamo fatto la gara che volevamo e così è stato. Abbiamo rispettato il piano partita, negli ultimi cinque minuti avrei però voluto vedere maggiore concretezza ma onore a Patti che non ha mai mollato ed al di là del suo calendario complesso questo le da fiducia per i prossimi impegni. Napoli su altri campi negli ultimi minuti ha dilatato il gap, qui è successo il contrario. Non siamo una squadra di talento sconfinato ma siamo giovani e valorosi, sono altre le squadre che partono per vincere il torneo. Siamo eclettici e basiamo le nostre forze sulla difesa forte. Patti ha giocato in sequenza con Palestrina, Luiss e Napoli, tre compagini del gruppo di testa per cui non deve disunirsi. Palestrina è la grande protagonista annunciata e lo sta confermando. Ho notato che Patti gioca una pallacanestro tipica del dna di Sidoti, sono organizzati e arriveranno momenti migliori, ma non hanno giocato una pallacanestro brutta, hanno però pagato la nostra intensità, l’energia difensiva e la capacità di trovare sempre nuove soluzioni. I 4 punti in classifica dei siciliani non devono ingannare, il valore di Patti è ben superiore. Saluto infine il mio amico coach della Betaland Capo d’Orlando Gennaro Di Carlo, assistente per due anni con me a Caserta. Con il dg Venza e la famiglia Sindoni è rimasto un legame passionale e di sincera amicizia al di là della mia esperienza in Sicilia”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com