Messina, svelata la campagna abbonamenti. Lo Monaco: “Punto a 3mila abbonati”

I protagonisti della conferenza stampa

I protagonisti della conferenza stampa

La sala stampa dello stadio San Filippo, per l’occasione gremita da tifosi ed addetti ai lavori, ha ospitato la presentazione della campagna abbonamenti del Messina, caratterizzata dallo slogan “Lo spettacolo inizia con te”. A condurre le danze il patron Pietro Lo Monaco: “Ci approcciamo con entusiasmo al nuovo torneo, nel quale speriamo di coinvolgere un grande pubblico. Ci lasciamo alle spalle due annate impreziosite dai risultati sul campo. Abbiamo compiuto due atti importanti, evitando un possibile fallimento e riappropriandoci della messinesità e della storica denominazione “Acr”, che appartiene alla città e non potrà mai essere cancellata. In due anni siamo passati dai campi di terra battuta come Ribera a quelli di Salerno, Reggio Calabria e Castellamare di Stabia. Se pensiamo alla qualità delle formazioni in lizza il girone meridionale di Seconda Divisione sarà forse superiore anche alla serie B. Non potremo però restare in Paradiso senza il supporto di tutti. Gli investimenti saranno ingenti e sarà necessaria una grande disponibilità economica. Sentire di nuovo tanta gente che riparla del Messina è una cosa che fa bene al cuore e ci responsabilizza. Ovviamente non mi posso aspettare i numeri della serie A però mi attendo una soglia minima di 3.000 abbonamenti che dobbiamo assolutamente toccare per avere 5 o 6.000 unità la domenica allo stadio. Presenze che quest’anno purtroppo non abbiamo potuto riscontrare, se non in occasione della gara promozione con il Sorrento. Ci aspettiamo quindi una risposta forte da parte della città”.

Il principale finanziatore del club ha offerto anche maggiori dettagli sulla campagna: “Rispetto ad un anno fa abbiamo eliminato un settore, semplificando quindi la campagna abbonamenti. Abbiamo aumentato di poco il costo degli abbonamenti mentre sarà più sensibile l’aumento dei tagliandi delle singole gare. Abbiamo previsto due fasce, A e B, a seconda delle quali varieranno i singoli prezzi. Previste infine svariate agevolazioni per famiglie e gruppi di tifosi. Lanciamo infine una raccolta punti, con la quale speriamo di coinvolgere tutta la città, anche chi non è solitamente un frequentatore dello stadio. Tengo a sottolineare che l’abbonamento “Baby” a un prezzo simbolico è finalizzato anche a fidelizzare i più giovani in ottica futura. Le strategie saranno inevitabilmente condizionate dalla risposta della gente. Non metteremo a repentaglio la vita del club, rischiando il fallimento, impegnandoci per spese che non saranno commisurate al budget. Dobbiamo vincere il campionato dei conti, a quello del campo ci penseremo dopo. Oggi tra i professionisti le società virtuose sono davvero poche. Piazze isolane come Acireale, Ragusa, Licata, Enna e Nissa, dopo i fasti di un tempo, sono scomparse. Per cui noi non possiamo compiere passi avventati”.

Un momento della conferenza stampa (foto Paolo Furrer)

Un momento della conferenza stampa (foto Paolo Furrer)

L’amministratore delegato Alessandro Failla ha illustrato la nuova denominazione dei settori: “Non vi sarà più la differenza tra Tribuna Centrale e Laterale. Abbiamo previsto soltanto due fasce di prezzo per Curva Sud e Tribuna Centrale. La capienza attualmente è ancora limitata a quota 6.900 posti. Il settore ospiti passerà da 500 a 800 posti, come imposto dalle normative della C unica. Per i nostri tifosi abbiamo quindi attualmente a disposizione 6.100 posti. Sarà ovviamente necessario essere in possesso della “supporter card”. La Lega non consente più l’ingresso dei minori a titolo gratuito, per cui abbiamo dovuto prevedere anche un abbonamento “baby”, che però sarà valido soltanto per 15 delle 19 gare in calendario. L’aumento complessivo è dovuto anche all’aumento del numero delle gare comprese, che saranno 18, dal momento che è sempre esclusa la “giornata giallorossa”. Per un abbonamento di Tribuna Centrale saranno necessari 280 €, per uno di Curva 130 €. Come tradizione sono previste agevolazioni per donne, bambini (under) ed anziani (over) e sconti progressivi per le famiglie di due, tre o quattro unità. I prezzi per la singola gara saranno più alti. Stiamo lavorando per lanciare entro qualche mese un sistema di vendita on-line dei biglietti, che potranno essere acquistati direttamente da casa”. Nel dettaglio per le gare di Fascia A un tagliando di Tribuna Centrale costerà 30 €, uno di Curva 20 € mentre si pagherà 1 € un biglietto Baby. Per le gare di Fascia B saranno necessari 25 € per la Tribuna e 15 € per la Curva. Previste alcune promozioni: gli Abbonati avranno la possibilità di acquistare la maglia al prezzo scontato di 40 €. I vecchi abbonati avranno un prezzo agevolato per la partita di Coppa Italia. Fino a quando non si conoscerà la composizione dei gironi non verrà quantificato nel dettaglio il numero delle gare di Fascia A e B.

Claudio Severoni della "Terzo Tempo" (foto Paolo Furrer)

Claudio Severoni della “Terzo Tempo” (foto Paolo Furrer)

Al tavolo dei relatori anche il presidente Isidoro Torrisi, che ha annunciato di avere già acquistato le prime due tessere, il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno e il direttore generale Vincenzo Lo Monaco. Parola anche a Claudio Severoni, direttore commerciale della società bresciana “Terzo Tempo”: “Il nostro obiettivo è quello di dare un seguito ai novanta minuti della partita. Cerchiamo di creare momenti che vadano oltre la singola partita. Il progetto sarà denominato “Messina Dream” e mira a coinvolgere maggiormente i tifosi e la città. Abbiamo previsto anche dei “Gratta e Vinci” da 5 e 10 €, collegati alla spesa che sarà effettuata nei locali convenzionati. A seconda di quanto il tifoso spenderà nel singolo punto vendita otterrà dei “Gratta e Vinci”. E’ prevista la creazione di apposite “app” facilmente accessibili direttamente da un semplice smartphone. Abbiamo previsto infine sondaggi ed una maggiore interazione con la squadra. Su un portale specifico potrà essere consultato il catalogo dei premi in palio a seconda dei punti raccolti. Vi saranno in palio anche dei buoni spesa”.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva