Tra speranze e paure arriva il penultimo turno della Serie D per le tre messinesi

Il count-down riprenderà domenica la sua corsa: ancora 180 minuti di gioco in Serie D con l’incombere degli ultimi attesi verdetti per le tre compagini messinesi partecipanti al Girone I del massimo torneo dilettantistico nazionale.

Di scritto sulla carta dei numeri c’è la promozione in Lega Pro del Savoia e la retrocessione in Eccellenza del Licata che segue il triste calvario del radiato Ragusa. Nel turno precedente l’exploit inatteso del Rende sul campo della vicecapolista Akragas ha scosso la coda della classifica in lotta per evitare l’appendice dei play-out.

Un undici dell'Orlandina Calcio

Un undici dell’Orlandina Calcio

L’Orlandina che proprio nella precedente giornata incamerava i tre punti senza neppure scendere in campo per via dell’esclusione degli iblei, insegue i punti della matematica salvezza “diretta” in un finale di stagione che potrebbe imprevedibilmente aprirsi a nuovi scenari. La squadra paladina del presidente Massimo Romagnoli ha 40 punti all’attivo al pari del Pomigliano e due gare “complesse” all’orizzonte: domenica la trasferta sul campo del Comprensorio Montalto e tra due settimane il match interno con la Battipagliese (davanti alle telecamere di RaiSport).

Il Rende è sestultimo con 36 punti ed ospita il Pomigliano prima di chiudere in casa del Torrecuso, e vede possibile l’aggancio ai “cugini” del Comprensorio Montalto (38) che a sua volta non vuol finire per trovarsi tra l’incudine e il martello per scivolare nei play-out.

Mister Angelo Galfano, subentrato all’esonerato Raffaele dopo il k.o. interno proprio con il Rende, dovrebbe portare in Sila tutti gli effettivi e rilanciare nell’undici titolare Fascetto al centro del reparto arretrato e riproporrà Maresca (reduce da un infortunio) in mediana, puntando davanti sul tandem del gol Frisenda-Marasco.

Città di Messina

Città di Messina

La salvezza può, invece, passare ormai solo attraverso i play-out per le altre due compagini della Provincia di Messina alla ricerca della migliore posizione in griglia ed i conseguenti vantaggi del fattore campo. Il Città di Messina dovrà sfatare il tabù del “Celeste” dove non vince da diversi mesi e domenica ospiterà la Cavese che da qualche tempo sembra aver mollato complici alcuni problemi interni e in settimana penalizzata di tre punti per un giudizio disciplinare su un mancato saldo di vecchi collaboratori. Per i giallorossi peloritani (31 punti) la chiusura sarà sul campo del Savoia.

Propria la squadra di Torre Annunziata, dopo i festeggiamenti per il “salto” in Lega Pro ha fatto parlare di sé annunciando il divorzio dal d.s. Antonio Simonetti e nei fatti preannunciando anche un probabile addio a mister Vincenzo Feola. Scelte che potrebbero portare ad un certo subbuglio in seno allo spogliatoio campano favorendo il Due Torri che li attende al “Vasi”.

Una formazione del Due Torri

Una formazione del Due Torri

Trasferta in Sicilia vietata per i tifosi campani per decisione del prefetto di Messina, e Savoia privo del trio Bizzarro, Gargiulo e Viglietti. In casa pirainese l’ultima occasione per chiudere in bellezza per l’undici di mister Antonio Alacqua che sarà ancora privo di Charlie Venuti espulso nuovamente per un’accenno di rissa con il Torrecuso e come già successo dopo la sfida con il Città di Messina, fermato per tre turni.

La priorità per i pirainesi è di mantenere il quint’ultimo posto (attualmente con 33 punti) per mantenere il vantaggio del fattore campo e per cui servirebbe muovere la classifica, anche perché nel prossimo turno i biancorossi chiuderanno la stagione in trasferta (nessun successo all’attivo) con il Pomigliano.

All’orizzonte poi ci potrebbe essere la sfida con la Vibonese chiamata domenica ad una trasferta difficile sul campo della Battipagliese prima di incamerare i tre punti all’ultima, ed un conseguente sorpasso ai danni di una rivale, grazie al calendario che le riserverà il Ragusa.

Questo il programma delle gare del 33° turno del Girone I e le designazioni arbitrali: Due Torri-Savoia (Simone Sozza di Seregno), Rende-Pomigliano (Nicolò Sprezzola di Mestre), Akragas-Torrecuso (Salvatore Affatato di Domodossola), Battipagliese-Vibonese (Alessandro Chindemi di Viterbo), Compr. Montalto-Orlandina (Davide Oggioni di Monza), Nuova Gioiese-Hinterreggio (Alberto Santoro di Messina), Licata-Agropoli (Angelo Milardi di Torino), Città di Messina-Cavese (Marcello Rossi di Novara). Riposa: Noto.

Classifica aggiornata del Girone I: Savoia 78 (Promosso in Lega Pro); Akragas 66; Agropoli 59; Battipagliese (-1) 54; Torrecuso 52; Nuova Gioiese 48; Cavese (-4) 46; Hintereggio (-1) 43; Noto 42; Pomigliano e Orlandina 40; Comprensorio Montalto (-1) 38; Rende 36; Due Torri 33; Città di Messina 31; Vibonese 29; Licata (-3, Retrocesso in Eccellenza) 20; Ragusa escluso dal campionato.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com