Smith trascina al successo l’Aretusa, sesto stop in campionato per il Green Palermo

Sean Smith (Aretusa)

Brutto passo falso del Green Basket Palermo sconfitto sul campo dell’Aretusa per 68-64. I palermitani si presentano alla trasferta parecchio debilitati, dopo una settimana in cui il gruppo ha dovuto lavorare più volte a ranghi ridotti per colpa di un virus influenzale. Da segnalare, nei dodici convocati, la presenza dell’under Tramuto, successivamente non utilizzato. Inizio abbastanza contratto per la formazione biancoverde, che va sotto 9-4 nella fase iniziale di gioco subendo il rampante americano Smith: percentuali basse specie dal perimetro, se si esclude una tripla di Gullo che sa di reazione, per il 15-11 a 3′ dal termine del primo periodo. La squadra di coach Bonanno ritrova smalto proprio nel finale del primo periodo, con difesa e contropiede, firmando il sorpasso con Lebo e due punti di Biondo per il 19-20.

Daro Gullo in azione

Daro Gullo in azione

Entrambi i quintetti peccano un po’ di brillantezza, la partita non è il massimo ma c’è molto equilibrio e intensità in campo. Non si segna moltissimo, il punteggio è basso e la partita in questa fase è sicuramente più congeniale all’Aretusa: la formazione di coach Marletta ne approfitta chiudendo la prima metà di gara avanti sul 39-36 grazie ai punti di Agosta e Robinson.

Rientra con più mordente il Green dagli spogliatoi, soprattutto in difesa: l’Aretusa viene tenuta a secco e gli ospiti hanno tanti possessi per recuperare il vantaggio. Non tutti vengono sfruttati appieno, ma arriva comunque un buon parziale di 0-7 firmato da Gullo, Lebo e Jovic che dà al Green il vantaggio sul 39-43. Il leitmotiv della partita non cambia: errori, palle perse, chi è più brillante controlla la partita ma non riesce mai a “spaccarla” definitivamente. Sorrentino lancia la squadra di casa sul +3 con la tripla che chiude il terzo quarto, sul 52-49.

Aretusa più concreta nel quarto periodo, che si apre coi punti di Alescio e Smith. I padroni di casa mantengono il vantaggio sino a 3′ dal termine, quando il team palermitano impatta sul 62 pari sancito dal canestro di Jovic. Nel finale, costante purtroppo della stagione Green, gli avversari sono più brillanti: l’Aretusa va sul 66-62 coi liberi di Agosta e altri due punti di uno Smith MVP del match (27 punti), il Green accorcia le distanze con Biondo e poi ha anche i liberi per il pareggio con Jovic. Ma il pivot montenegrino fa 0/2, dall’altra parte spietati i siracusani che mettono i due punti decisivi con la solita vecchia volpe Agosta. Finisce 68-64 e il Green può recriminare per un altro finale amaro in trasferta.

Tabellino:

Pol. Aretusa-Green Basket 68-64

Green Basket – Gullo 16, Bontempo 4, Trevisano 8, Lombardo 7, Jovic 9; Biondo 4, Lebo 12, Tagliareni 4, Lupo ne, Vitale ne, Cerasola ne, Tramuto ne. Allenatore: Bonanno, Vice: Verderosa.

Pol. Aretusa – Bellofiore 4, Alescio 7, Sorrentino 7, Smith 27, Agosta 17; Robinson 6, C. Carbone , A. Carbone, Naso ne, Rosal ne, Aglianò ne. Allenatore: Marletta.

Arbitri: Luca Massari e Alessandro Lorefice di Ragusa.

NOTE
Parziali: 19-20, 20-16 (39-36), 13-13 (52-49), 16-15 (68-64).

Falli: Green 18 – Aretusa 25. Tiri liberi: Green 15/21 – Aretusa 12/14.

Uscite per falli: Robinson e Sorrentino (Aretusa).

Commenta su Facebook

commenti