Il Sinagra torna alla vittoria. Fazio stende il Barcellona

Florio e Piccolo nella sfida tra Sinagra e Barcellona

Sono ossigeno puro, quanto alla classifica, i tre punti conquistati dal Sinagra nell’ultima gara del 2015. I giallorossi superano infatti di misura il Barcellona P.G., che molla la presa nel secondo tempo e subisce la decisiva rete di Fazio. Eppure, nonostante la gara stesse per incanalarsi sui binari dello 0-0, un gol per parte era stato annullato. I padroni di casa riescono comunque a far propria la vittoria, evitando guai peggiori e ponendo rimedio ad una dea bendata che volta loro le spalle in più occasioni.

La prima opportunità è per il Sinagra, che al 5’ impegna la difesa ospite con Tuccio. Viene recuperato un pallone a centrocampo ed il numero 9 riprende il successivo filtrante di Fazio, tagliando fuori la coppia di centrali difensivi. Sul pallone interviene però Saja, che impedisce la conclusione e sventa il pericolo con l’aiuto di Leto.

La terna arbitrale e i due capitani

La terna arbitrale e i due capitani

Poco più tardi è invece Piccolo a far ripartire il Barcellona, giocando di prima intenzione in uscita. L’attaccante cambia il gioco in favore di Calabrese, che accelera sulla fascia e mette in mezzo per Alizzi, che ci arriva ma colpisce sul fondo. Gaudio, al 18’, punta Saja con una punizione da 20m, mettendolo a serio rischio con un tiro a giro diretto sul secondo palo. Il portiere allarga appunto le mani, lasciandosi sfuggire la sfera che consente al Sinagra di occupare l’area per parecchi secondi. Tuccio calcia direttamente a rete, con la ribattuta di Leto, mentre ancora sugli sviluppi dell’azione per ben due volte le conclusioni dei locali si infrangono sulla difesa biancazzurra. Ed al 31’, ecco il gol del Barcellona, prontamente annullato per fuorigioco. Piccolo prende in controtempo la difesa con un forte tiro dalla destra e, in un’azione parecchio convulsa, supera prima Durante, fuori dai pali, poi Florio, che da ultimo uomo non arriva sulla linea per la ribattuta. La bandierina di Nucifora è già alzata ed il gioco riprende con un calcio di punizione. Subito dopo Saja neutralizza una buona conclusione di Fazio dalla distanza, mentre Anfuso, al 40’, tira dal vertice dell’area col portiere a ripetersi in tuffo.

Il gol che vale la vittoria del Sinagra

Il gol che vale la vittoria del Sinagra

La ripresa si apre coi ragazzi di Ioppolo determinati a centrare il successo, mentre il Barcellona perde le idee ed è pericoloso solo in contropiede. Una nuova azione di pericolo si vede così solo dopo 18 minuti. Un traversone di Alex Tuccio, diretto in porta, viene parato da Saja, che poco dopo fa lo stesso sulla punizione calciata da Gregorio. Al 66’ lo stesso capitano è vicinissimo al gol. Sugli sviluppi di azione d’angolo, il pallone va sulla trequarti ed il Barcellona si lascia ricompattare in area. Gregorio riceve palla e progredisce sulla destra, scheggiando clamorosamente la traversa col portiere già battuto in uscita. Al 70’ è ancora Sinagra, con il gol di Tuccio prontamente annullato da Cilio in circostanze identiche alla marcatura non convalidata di Piccolo. L’esterno giallorosso è il più veloce su uno spiovente in arrivo da una mischia e va in gol di testa, ma l’assistente ravvisa fuorigioco. E’ solo un preludio al gol vero, che arriva all’83’. Quando la gara sembra destinata a finire a reti bianche, i locali si gettano in avanti con Gregorio.

Vincenzo Fazio sommerso dall'abbraccio dei compagni

Vincenzo Fazio sommerso dall’abbraccio dei compagni

Il capitano fallisce un’azione offensiva, guadagnando rimessa laterale. Alla battuta si crea scompiglio in area e Fazio, lasciato tutto solo, viene premiato dal cuoio crossato da Margò e subito scaraventato in porta, con un tiro al volo, per far secco Saja e festeggiare il successo. Gli uomini di Granata si riversano dunque nella metà campo opposta, alla ricerca del pareggio. Piccolo colpisce però tra le mani di Durante direttamente da punizione, mentre Chiappone, in pieno recupero, calcia alle stelle da buona posizione. Si chiude così il match, che vede il Sinagra interrompere un digiuno lungo cinque turni e fermare, contemporaneamente, la striscia positiva del Barcellona, durata sette turni.

Nel primo impegno del 2016, i barcellonesi saranno di scena al “Micale”, contro la capolista Sant’Agata, mentre i nebrodei ospiteranno la Jonica.

Sinagra 1-0 Barcellona P.G.

Marcatori: 83’ Fazio

Sinagra (4-3-3): Durante, Florio, Anfuso, Margò, Naciti (92′ Natalotto), Russo, Gregorio, Ioppolo, Fazio, Gaudio (60′ Calabrese), Tuccio. All. Andrea Ioppolo

Barcellona P.G. (4-3-3): Saja, Russo, Leto, Chillari, Sottile, Benenati (69′ La Maestra), Agolli (69′ Castagnolo), Chiappone, Piccolo, Calabrese (60′ Di Salvo), Alizzi. All. Benedetto Granata

Arbitro: Davide Cilio di Palermo. Assistenti: Giuseppe Nucifora di Acireale e Francesco Cacciola di Catania.

Note: Ammoniti: Ioppolo (S) Piccolo (B) Recupero: 1 pt, 4 st Angoli: 6-5

The following two tabs change content below.
Enzo Cartaregia

Enzo Cartaregia

Cronista sportivo da sempre, in MessinaSportiva da ancor prima. Cresciuto sui campi di calcio, si dedica anche all'approfondimento ed alla pallacanestro

Commenta su Facebook

commenti