Simonetti e Damian a Messina per la firma. Prima della Coppa altri due over

Lorenzo SimonettiLorenzo Simonetti in azione con la Pistoiese contro la Giana Erminio

Continua a prendere forma il nuovo Messina. Dopo Luigi Carillo, che si era aggregato già a Zafferana Etnea, nelle ultime ore hanno raggiunto la città dello Stretto anche i due nuovi centrocampisti giallorossi, Lorenzo Simonetti e Filippo Damian. Gli accordi sono già stati raggiunti verbalmente, per cui la firma sui rispettivi contratti viene considerata una formalità, anche perché l’ex rossoverde ha già salutato la sua vecchia tifoseria sui social.

Filippo Damian

Filippo Damian celebra una rete con la Ternana

Altre due operazioni di assoluto spessore quelle formalizzate dal direttore sportivo Christian Argurio, che ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati e confida di presentarsi al match di Coppa Italia con la Juve Stabia (c’è l’ipotesi dell’anticipo alle ore 18) con l’80% della rosa già definito. Un piccolo miracolo, dopo il ritardo accumulato nelle prime tre settimane di luglio, tra una D che si è protratta due mesi oltre il previsto e le dinamiche societarie che hanno portato il presidente Pietro Sciotto a intraprendere una strada tortuosa, nonostante le perplessità reiterate della Curva Sud, che ha nuovamente rumoreggiato nelle ultime ore.

Con Carillo e Simonetti diventano ben dieci gli elementi acquisiti a titolo definitivo da una società che nelle quattro stagioni gestite dall’attuale proprietà aveva invece spesso rimescolato i protagonisti, in campo e fuori. Un chiaro segnale di discontinuità. Il 25enne difensore centrale Luigi Carillo, napoletano, vanta già cinque stagioni in Lega Pro, con le maglie di Akragas, Paganese, Pisa, Sambenedettese e Casertana. L’anno scorso 34 presenze, sei reti e tre assist. Sarà affiancato da un altro centrale d’esperienza, che l’Acr confida di assicurarsi già prima della trasferta di Castellamare di Stabia.

Luigi Carillo

Il difensore Luigi Carillo in conferenza stampa

Il centrocampista Lorenzo Simonetti, 24enne originario di Viterbo, vanta già 150 presenze in Lega Pro. Elemento in grado di ricoprire più ruoli, si è liberato dal Parma con cui aveva vinto due tornei di D e C. In carriera la trafila nel vivaio del Livorno e le esperienze con Renate, Carpi e Pistoiese. Il compagno di reparto Filippo Damian, 25enne di Castelfranco Veneto reduce dalla vittoria del torneo di Lega Pro con la Ternana, ha collezionato 54 apparizioni con i rossoverdi, quattro reti e altrettanti assist. In carriera un’altra promozione con il Pordenone e un playoff da protagonista con il Siena. Arriva in prestito dai rossoverdi, con la stessa formula prescelta per Adorante, Russo e Sarzi Puttini.

A cavallo di Ferragosto la società continuerà a lavorare per assicurarsi un primo innesto over di spessore in attacco, dove hanno già firmato con i giallorossi cinque under di prospettiva, con convincenti esperienze in prima squadra alle spalle, come Balde a Foggia e Distefano a Paternò, o un grande trascorso nei vivai, come Adorante a Parma e Russo a Napoli.

Zafferana Etnea

Il Messina ha ultimato il ritiro di Zafferana e si allenerà al Cus (foto Ciccio Saya)

Se le due trattative in corso andranno a buon fine, saranno già stati sottoscritti 18 contratti. Resterebbero quindi sei caselle da riempire, senza assilli, considerato che le due settimane conclusive di mercato consentono di sfruttare possibili opportunità, soprattutto nel reparto offensivo, dove arriveranno altri due elementi esperti.

Verrà tesserato anche un terzo portiere, che potrebbe essere un 2002, con addestramento tecnico, che come i vicentini Fantoni e Busatto non andrebbe ad intaccare né il limite massimo degli otto prestiti né quello dei 24 elementi nella rosa “bloccata” prevista dai regolamenti di Lega Pro. Dove la necessità di ottenere introiti con il minutaggio impone anche di guardare la carta d’identità dei nuovi acquisti.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma