Siciliana Maceri Volley Letojanni, l’imperativo è non sottovalutare l’ultima della classe

Anche questa volta l’impegno non sarà di quelli proibitivi. Ma, nonostante ciò, bisognerà mettere ancor di più testa e cuore per evitare passi falsi e puntare dritti verso l’obiettivo “play-off”. E per far questo la Siciliana Maceri Volley Letojanni si è allenata, nel corso di tutta la settimana, per preparare al meglio una partita che dovrebbe essere alla sua portata.

Fernando Centonze

Mister Fernando Centonze (Volley Letojanni)

In vista dello scontro con il fanalino di coda Coordiner Catania, che sabato, alle ore 18, giungerà sul parquet del Pala “Letterio Barca”, mister Centonze ha comunque “catechizzato” tutti i componenti della sua squadra, visto che gli etnei si giocheranno da qui alla fine le residue speranze di salvezza ed arriveranno in quel di Letojanni con l’intenzione di fare il “colpaccio”. Una vittoria che servirebbe a risollevarsi dalle sabbie mobili di una classifica che per il momento rimane davvero impietosa. E tutto anche a causa di problemi societari che, a gennaio scorso, hanno portato l’allenatore Lopis ad abbandonare la panchina. Da qui le varie “diaspore” di giocatori che hanno deciso di accasarsi altrove, in seguito ad ulteriori vicissitudini interne. Situazioni che hanno ridotto quasi “all’osso” lo “zoccolo duro” dello storico team catanese che adesso si ritrova a lottare per evitare la retrocessione in serie C. Motivo per cui il sestetto letojannese (che domani si concentrerà sulla visione del filmato relativo all’ultima partita giocata dai catanesi) non dovrà sottovalutare l’avversario e fare propria l’intera posta in palio per mantenere la terza posizione e continuare a cullare il sogno “spareggi” per la A2. Un obiettivo fisso che capitan Schifilliti e compagni hanno in mente di portare avanti sino alla fine e che sembra davvero possibile, dato che le prime quattro squadre in graduatoria sono concentrate in altrettanti quattro punti. Cinquefrondi a quota 44, Misterbianco a 43, Letojanni a 42 e Palermo a 41 sono l’esempio di come questa’anno la lotta per la promozione risulti abbastanza agguerrita. E questo lo sa bene anche Centonze che, nella sesta giornata del girone di ritorno, dovrà però far a meno del libero Salomone, alle prese con una “noia” alla schiena. Al suo posto ci sarà Ruggeri e, forse, anche il martello ricettore Mazza che, la scorsa settimana, è rimasto a riposo per il riacutizzarsi di un problema alla spalla sinistra. Per il resto tutti a disposizione per un match che sarà arbitrato da Calafiore ed Amenta di Siracusa. Una gara nel corso della quale non mancherà il sostegno della locale tifoseria, sulla quale il sestetto jonico punterà molto per far valere la propria forza.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti