Serie D – Due Torri sul campo dell’Hinterreggio, derby con il Città per l’Orlandina

esultanza Due Torri

Quarta giornata di ritorno nel Girone I della Serie D ancora all’insegna di un “derby” per le compagini messinesi iscritte al torneo appena sette giorni dopo quello dei Nebrodi concluso a reti inviolate tra Due Torri e Orlandina.

Il direttore sportivo Marco Cirillo con Gennaro Marasco

Il direttore sportivo Marco Cirillo con Gennaro Marasco

I paladini, ritorneranno ora al “Ciccino Micale” per sfidare il Città di Messina di mister Panarello. Punti preziosi per entrambe le squadre che vogliono raggiungere l’obiettivo del mantenimento della categoria che nei fatti da quinta serie nazionale, con la prevista riforma dei tornei della Lega Pro, diventerà la quarta nazionale.

L’undici di mister Beppe Raffaele ha i favori del pronostico in virtù di una condizione atletica e mentale certamente migliore rispetto ai peloritani, con il vantaggio di giocare tra le mura amiche ed essere ancora imbattuta nel girone di ritorno che fin qui l’ha vista raccogliere tre pari con Licata, Nuova Gioiese e Due Torri. Grande attesa per la prima rete davanti ai propri tifosi per l’attaccante Gennaro Marasco,

L'undici titolare del Città di Messina che ha affrontato il Due Torri nell'ultima gara di campionato (foto Giovanni Isolino)

L’undici titolare del Città di Messina che ha affrontato il Due Torri nell’ultima gara di campionato (foto Giovanni Isolino)

Anche la classifica sorride relativamente alla squadra del presidente Massimo Romagnoli vittoriosa all’andata al “Giovanni Celeste” ed attualmente con 28 punti ben lontana dalla zona calda e dal rischio dei play-out.

Uscire dalla zona dei play-out è l’obiettivo non solo del Città di Messina, ma anche del Due Torri (21 punti) che attraverserà lo Stretto per affrontare l’Hinterreggio (25 punti) che la precede in classifica.

La squadra di mister Antonio Alacqua, riconfermatissimo dalla dirigenza pirainese, non attraversa un momento felicissimo, mancando l’appuntamento con il successo da ben dieci turni nei quali ha però raccolto ben sei pareggi, fedele alla massima calcistica che recita “quando non puoi vincere, meglio accontentarsi del pari”.

Dieci gare senza l’ebbrezza dei tre punti ha pesato sull’ambiente ed anche sulla squadra. Nell’analisi chiaramente pesano gli infortuni in serie che hanno bersagliato li biancorossi che soprattutto in avanti hanno pagato dazio all’indisponibilità prima di Ancione e poi di Alizzi. Anche la mediana ha risentito dell’infortunio di Salmeri proprio quando l’ex Milazzo sembra aver preso le redini del gioco.

esultanza Due Torri

esultanza Due Torri

In questa stagione Guido e compagni non hanno mai vinto in trasferta, spesso sfiorando l’impresa anche su campi ostici. Nell’impianto del “Ravagnese” si potrebbe assistere ad un exploit alla luce anche del momento critico della formazione reggina che reduce dall’esperienza in Lega Pro, in questa stagione ha patito più di un problema nel riadattarsi alle specificità del campionato.

Nelle ultime settimane il d.s. Benedetto Bottari ha lavorato per potenziare il gruppo inserendo il difensore Toscano e in ultimo l’attaccante Franzese, quest’ultimo unitosi al gruppo in questa settimana. All’orizzonte c’è anche il ritorno di Raveduto (in prestito dal Padova al Matera), ma sebbene per il ragazzo già al Due Torri l’anno scorso, ancora manca l’ufficialità del tesseramento.

Recuperati tutti gli effettivi, e ritrovato smalto atletico anche per la propria duttilità ed abnegazione tattica la squadra di mister Alacqua potrebbe sorprendere chi considerava la “matricola” nebroidea una vittima sacrificale del torneo.

Commenta su Facebook

commenti