Tra serie B e giovanile la Clc Messina firma un poker di successi

fase di mischia Clc Messina Colleferro

Va in archivio per la CLC Messina un weekend particolarmente positivo che lo ha visto vincitore in tutti i tornei dove era impegnato con le proprie formazioni.  La copertina spetta alla prima squadra che da matricola si sta ben comportando nel torneo di serie B. Al Campo di Sperone domenica il quindici di Lo Re e Capodici  ha battuto il Colleferro 38 a 7. Ottima la partenza dei messinesi  che volano sul 12 a 0 grazie alle mete di Tornesi al 2′ e di Ara (trasformata da Solano) al 12′. Il risultato resta ancorato sul 12-0 fino al 6′ del secondo tempo, quando Irrera trova un varco per andare in meta ma l’arbitro assegna una tecnica per un placcaggio alto per il 19-0. Al 58′ invece è Bombaci ad andare a segno, ma anche qui l’azione è viziata da un fallo e l’arbitro accorda un’altra meta tecnica per il 26-0. Conquistato il bonus l’azione dei messinesi rallenta un po’ e gli ospiti fanno capolino nella meta campo messinese. Al 62′ la meta tecnica, infatti, arriva per il Colleferro che accorcia le distanze 26-7. Ma la squadra di Lo Re e Capodici continua a macinare gioco e altre due mete di Pirrotta e Runci per la trasformazione di Solano fissano il risultato sul  38-7 finale.

Passando al settore giovanile, rotonda vittoria dell‘under 18 che travolge 90-0 i Briganti di Librino.  Le 14 mete  testimoniano il diverso gap tecnico e fisico esistente tra le due compagini in campo.  A segno per la Clc Gabriel Nostro, 2 volte in meta Gabriele Lombardo, Ignazio Durante e Christian Doddis. Una a testa per Resard Cekaj, Francesco Micalizzi, Stefano Santilano, Davide Mamone e Marcello Costa. Santilano allunga lo score segnando 20 punti dalla piazzola.

Bella vittoria della under 16 a spese dei Briganti di Librino (61-0)  con undici mete messe  a referto. I ragazzi di Lucchese e Magnisi hanno giocato un ottimo rugby con grande continuità lasciando pochissimo spazio alle iniziative avversarie e restando saldamente padroni dell’inerzia della partita. Sul tabellino 3 mete di Oliva e Cannaò e una a testa per Mangano, Germanò, Spadaro, D’Arrigo e Molonia. Arrotondano lo score 6 punti dalla piazzola di Barrile.

L’Under 14 di Giuliana Campanella e Davide Previti si impone sul Melrose con il punteggio di 45 a 12 al termine di un match a viso aperto, combattuto più di quanto non dica il risultato finale.

 

Commenta su Facebook

commenti