Sconfitta con onore la rimaneggiata Atene

GiusyScarfìNonostante le assenze dovute alle lunghe squalifiche di Tiziana Impoco, Francesca Bertino e Maria Venuti, l’Atene ha disputato un match di alto livello contro le palermitane dell’Iron Team, seconde nella classifica della serie C di calcio a 5. Le ragazze del presidente Salvatore Mangano, anche se sono uscite sconfitte dall’incontro, conclusosi con il risultato di 3 a 2 per le ospiti, hanno affrontato le avversarie a viso aperto. Guidate dal capitano Loredana Cardile, autentico baluardo difensivo, hanno per lunghi tratti ben controllato le avversarie.

Il primo tempo si è concluso con il risultato di 2 a 2 e per l’Atene è andata a segno, in entrambe le occasioni, Giusy Scarfì. Nella seconda frazione di gioco, le messinesi hanno cercato in tutti i modi di portarsi in avanti con Liliana La Corte, Alessandra Chirico, Olga Gatto e Antonella Casale, senza centrare, però, lo specchio della porta. Nei minuti finali, una mischia in area è stata poi fatale all’Atene: è arrivata, così, la terza rete dell’Iron Team, che ha sorpreso l’esordiente Ylenia Romeo, resasi, comunque, protagonista di un’ottima prestazione. A pochi secondi dalla fine, l’Atene ha fallito un tiro libero con la Scarfì.

La stessa Scarfì ha commenta, al termine del match, il momento della propria squadra: “stiamo vivendo una situazione particolare. Le assenze sono pesanti, ma sono orgogliosa perché contro l’Iron Team, che è una delle squadre più forti del torneo, abbiamo dimostrando tutto il nostro valore e la forza di questo gruppo. Personalmente sono contenta delle due reti realizzate, vorrei sottolineare, però, la prova di tutte le mie compagne, visto che non c’è stata una giocatrice migliore in campo, ma un gruppo”. L’Atene affronterà domenica in trasferta l’Atletico Ragusa.

 

Commenta su Facebook

commenti