Sciotto: “Sorpreso da Modica, avevamo raggiunto l’accordo. Presto il nuovo ds”

Modica e SciottoModica e Sciotto nella conferenza stampa che ha sancito la rottura (foto Antonio Billè)

La conferenza stampa che avrebbe dovuto regalare certezze dopo un mese di tira e molla alla fine ha alimentato altri dubbi. L’intesa con il tecnico Giacomo Modica, annunciata in apertura dal presidente Pietro Sciotto, appare adesso più lontana.

Giacomo Modica

Il tecnico del Messina Giacomo Modica, sullo sfondo la Curva Sud (foto Alessandro Denaro)

Al termine del movimentato incontro con i giornalisti e i tifosi, che hanno preso la parola per un inusuale botta e risposta con il massimo dirigente, lo stesso Sciotto è apparso disorientato e non ha fatto nulla per nasconderlo: “Sono rimasto sorpreso, non riesco a capirci nulla. L’accordo era stato chiuso martedì sera e confermato la mattina dopo. Avevamo concordato cosa dire. Quando mi dice che ha bisogno di altri tre giorni, per avere certezza sulla chiusura degli accordi con i calciatori, sinceramente mi spiazza. Anche perché potremo ratificare gli accordi a partire dal primo luglio”.

La richiesta di garanzie tecniche e certezze sulla permanenza dei pezzi pregiati dell’organico sarà più agevole non appena la società individuerà il successore di Francesco Lamazza: “Stiamo cercando di individuare un direttore sportivo: una figura indispensabile, anche per non crocifiggere sempre il presidente. Ognuno avrà il suo ruolo e poi io dovrò solo mettere dei paletti. Non faremo nomi comunque, fino a quando la scelta non sarà ufficializzata”.

Curva Sud

In Curva Sud si esulta per una vittoria

Sulla conferma di Migliorini e compagni il massimo dirigente non si sbilancia: “Qualunque giocatore può avere offerte più alte o vicino casa. Non possiamo accontentarli a priori. Faremo di tutto per trattenerli e confermare più elementi possibili. Cercheremo anche di integrare la rosa con elementi di spessore. Come under abbiamo una buona base di partenza ma dovremo fare qualcosa anche lì per assicurarsi almeno dieci juniores in rosa”.

Da valutare infine la possibilità di un accordo con il Città di Messina, pronto a rinunciare alla serie D conquistata sul campo, per valutare un affiancamento a Sciotto: “Sono dispiaciuto se non proseguono, un titolo di serie D rappresenta comunque un patrimonio. Sembrano siano orientati ad affiancarci, dobbiamo capire se è possibile avviare una collaborazione e in che termini”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com