Sciotto pensa al dopo Modica. Ha già incontrato Castorina e Infantino

Pietro Infantino AcirealePietro Infantino è reduce da una positiva stagione ad Acireale

Il presidente del Messina Pietro Sciotto è letteralmente accerchiato. Il divorzio da Giacomo Modica si è concretizzato dopo un mese e mezzo di incontri programmatici, che sembravano propedeutici al rinnovo dell’accordo. Otto mesi fa il massimo dirigente aveva avuto un’innegabile intuizione, pescando dall’Eccellenza un tecnico che in riva allo Stretto ha saputo dare un gioco a una squadra in crisi di nervi e autostima, traghettandola fino al sesto posto conclusivo.

Pietro Sciotto

Il presidente Pietro Sciotto ai nostri microfoni

Il post-campionato ha macchiato il feeling precedente e probabilmente anche l’ex vice di Zeman, molto legato alla piazza anche per i suoi trascorsi da giocatore e quindi restio a lasciarla, non ha gestito nel migliore dei modi le ultime settimane. La paradossale conferenza stampa a due voci che avrebbe dovuto sancire un nuovo matrimonio è stata invece il preludio al divorzio. A questo punto logico attendersi anche un sostanziale rinnovamento della rosa.

Pungolato anche dal tifo organizzato, Sciotto si sente accerchiato e avrebbe perfino pensato all’ipotesi delle dimissioni. Ferito nell’orgoglio, si è però lanciato con voglia di rivalsa nella ricerca dei possibili successori dell’ormai ex direttore sportivo Francesco Lamazza e del già citato Modica.

Salvatore Castorina

Il direttore sportivo Salvatore Castorina

Nelle ultime ore il patron giallorosso sta incontrando dirigenti e tecnici, dando priorità a chi ha già lavorato assieme. È il caso di Salvatore Castorina e Pietro Infantino, rispettivamente ds e tecnico dell’Acireale che nell’ultima stagione ha battuto per due volte il Messina. Entrambi sono vincolati fino al 30 giugno agli acesi, che dopo un’annata critica dal punto di vista societario, sperano di superare una lunga fase d’incertezza. Si è trattato di un incontro conoscitivo, nel quale Sciotto ha ribadito l’intenzione di disputare un campionato importante, dopo un anno di rodaggio.

Così come è già avvenuto con Modica in panchina, il presidente vorrebbe offrire un calcio propositivo, a trazione offensiva, anche per cercare di ridestare un po’ dell’entusiasmo sopito. Obiettivo perseguibile soltanto con una vera inversione di rotta, principalmente dal punto di vista organizzativo. Nel week-end Sciotto avrà altri colloqui e alla fine adotterà le prime scelte chiave in vista della prossima stagione, dalle quali dipenderanno anche la costruzione della rosa e l’organizzazione del ritiro.

Infantino

Pietro Infantino sulla panchina del Messina, nove anni fa

Castorina e Infantino rappresentano una prima opzione, ma entrambi hanno già ricevuto altre offerte. Il tecnico che legò il suo nome al Messina nella fase iniziale della seconda annata di serie D (2009-2010) dopo la rinuncia al professionismo del FC Messina dei Franza, ha anche delle proposte dal girone laziale, che conosce benissimo, per averci allenato già per cinque stagioni, per un triennio a Rieti, e poi con Latina e i sardi dell’Arzachena.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti