Scatta il campionato con un ricco programma. Amatori, Spadafora e Agatirno al via

La lunga attesa è terminata. La stagione di serie C Regionale sta per iniziare e nel suo piccolo quello alle porte sarà un anno da ricordare. Il massimo torneo regionale infatti va in pensione e nell’anno della riforma dei campionati lascerà il “campo” alla nuova C Unica, categoria con portata nazionale che dalla stagione 2015/2016 soppianterà l’attuale torneo a portata regionale. Dodici le compagini al via, tre le formazioni peloritane, che si contenderanno i cinque posti utili per la promozione, tre diretti e due previo spareggio con formazioni di D. Per il resto del lotto bisognerà decodificare il futuro che dovrebbe schiudere all’orizzonte un doloroso declassamento in quella che a catena rileverà l’attuale C Regionale. Alfieri della nostra provincia sono la gloriosa Amatori Messina, al secondo anno consecutivo in C, l’ambiziosa Nuovo Avvenire Spadafora che programma con attenzione un torneo di vertice e l’outsider Agatirno Capo d’Orlando che per suo credo punta in primis a lanciare giovani da svezzare ma che vuole ben figurare tra le prime dodici realtà regionali. La prima giornata propone subito sfide ricche di pathos e fascino a partire dal sabato quando al PalaTracuzzi si affronteranno l’Amatori Messina di coach Mario Maggio e la Virtus Trapani, squadra di grandi tradizioni che è ripartita dalle minors con l’obiettivo di far crescere i propri giocatori del suo florido vivaio. Match che ritorna a distanza di un anno con i trapanesi che seppur retrocessi sul campo si confermarono autentica bestia nera dei nero arancio. Ad un giorno dall’esordio il presidente del club messinese sottolinea i dubbi sulla formula che caratterizzerà la stagione.

La locandina di Amatori Messina-Virtus Trapani

La locandina di Amatori Messina-Virtus Trapani

“Inutile nascondersi, le recenti disposizioni adottate dal Comitato Regionale a dieci giorni dal via del torneo condizioneranno sensibilmente tutto il proseguo di campionato. Salvarsi sul campo diventa un’impresa improba considerato che le prime tre classificate accederanno alla C Unica e la altre contendenti retrocederanno di diritto in D (eccetto spareggio quarta-quinta classificata con le prime due di D, ndc). Nella peggiore delle ipotesi in nove contendenti scenderanno in D, noi dal canto nostro programmavamo con tranquillità una stagione intermedia affidandoci ai ragazzi più giovani dell’organico ed adesso vediamo stravolti tutti i nostri piani. Di certo scenderemo ogni settimana per vincere e portare in alto il nome della squadra. Il campionato però sarà duro e difficile”.
Sul prossimo avversario e sul resto del lotto Mario Maggio è molto chiaro: “La Virtus Trapani (allenata da coach La Commare, ndc) ci ha battuto due volte su due e siamo per questo chiamati ad invertire la rotta. Sono una squadra molto giovane che misureremo sul campo. Reperire notizie sulle avversarie  non è facile,ma le studieremo settimanalmente. Credo che Spadafora parta in pole position anche per esperienza e qualità d’organico ma occhio anche alla Vigor Santa Croce. Le squadre etnee invece vantano una grande disponibilità di giocatori liberi sul mercato che possono spostare gli equilibri”.
La giornata inaugurale proseguirà con un altro anticipo d’interesse che si giocherà al PalaGalermo di Catania con la PGS Sales che, forte di un roster tutto di under 19 impreziosito dal senegalese Bass e dallo statunitense Rivers, testerà la forza di Spadafora di Luigi Maganza che col suo gruppo esperto, reduce dall’entusiasmante promozione dalla D, sosterrà lo storico debutto in C nella speranza di condurre una stagione sempre ai vertici che faccia da prologo all’ingresso nella categoria nazionale, autentico pallino della dirigenza giallonera di patron Lepro.
Chiude il programma il rinnovato Agatirno di Jorge Silva che, nella sfida dell’opening day, farà visita al difficile campo della Vigor Santa Croce Camerina della stellina Occhipinti. Diverse novità nel roster paladino che ha salutato diversi atleti del recente passato e che è pronto ad abbracciare il talentuoso Strati e il lungo sloveno Sedin Karavdic, che può essere la sorpresa del torneo. Non c’è più tempo per i pronostici e la valutazione dei rapporti di forza, le squadre si contendono la prima palla a due stagionale con i punti che inizieranno a pesare sin dal primo week end stagionale.

Santa Croce ospiterà l'Agatirno Capo d'Orlando

Santa Croce ospiterà l’Agatirno Capo d’Orlando

Il programma della prima giornata:
Giarre-Licata
Cus Catania-Gravina
Amatori Messina-Trapani
Marsala-Adrano
Vigor S. Croce-Agatirno
Sales Ct-Spadafora

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva