Sant’Agata, Giampà: “Ad Aversa un’altra battaglia. Dispiace per il Fc Messina”

Sant'AgataIl Sant'Agata celebra il successo con il Paternò con i tifosi (foto Marta Ignazzitto)

Dopo il successo di peso di mercoledì, il Sant’Agata sarà di scena sul campo di un’altra formazione sorprendente, il Real Aversa, che vanta 21 punti in classifica, uno in più dei siciliani. Il tecnico Domenico Giampà ha presentato la sfida: “Il Paternò è ormai alle spalle. In Campania ci attende un’altra battaglia, giocheremo sull’erba e dovremo recuperare energie fisiche e mentali. È un altro scontro diretto per la salvezza e abbiamo l’obbligo di fare punti e andare là con la massima concentrazione”.

Mazzone

L’esterno Luciano Mazzone effettua una rimessa

Tra i convocati c’è anche una novità, il centrocampista Luciano Mazzone, che l’anno scorso conquistò la promozione in C con l’Acr Messina, collezionando 21 presenze, sette da titolare, e un assist nel netto successo con il Rende. “Dovremo giocare probabilmente su un campo pesante e allentato per la pioggia ma non cerchiamo alcun alibi. Ci dobbiamo adattare subito per fare in modo di uscire con il migliore risultato utile. Mancheranno Faella e Calafiore ma gli altri stanno bene e ho diverse soluzioni. Valutiamo valide alternative. Chiunque andrà in campo non farà rimpiangere gli assenti”. 

Il campionato perde invece una partecipante, il Fc Messina, che verrà escluso dopo la seconda rinuncia contro il Giarre: “Ovviamente dispiace, non è una cosa positiva né bella per la società né per i calciatori. Negli ultimi due anni si è giocata il campionato sino alla fine. Noi pensiamo al nostro campionato, ci saranno due gare in meno per tutti. La quota salvezza ovviamente si abbasserà ma tutto dipenderà dalle squadre che si trovano nelle retrovie. Dobbiamo restare all’erta e  allungare la striscia positiva. Siamo tornati a fare risultato ma questo non basta. Abbiano distribuito male i punti, la squadra ha la possibilità di ripetersi fin da Aversa”. 

Autori

+ posts