S.S. Milazzo, Ragusa: “Partita dura, ripresa giocata con il piglio giusto”

Amos Ragusa, portiere del Milazzo

Una vittoria fondamentale, forse anche più di quella ottenuta contro l’Atletico Messina. L’S.S. Milazzo fa valere la legge del “Salmeri” e supera 2-0 un coriaceo Motta, capace per un’ora di sbarrare la strada ai mamertini. Un successo importante, arrivato grazie alle reti di Rasà al 60’ e di Paolo Genovese al 70’, che dunque ha festeggiato nei migliori dei modi il proprio esordio in maglia rossoblù. Tre punti che consentono alla squadra di Caragliano di restare in scia della capolista Aci S. Antonio, che comunque mantiene intatti i cinque punti di vantaggio che ha sulla diretta concorrente.

Rosario Rasà ha sbloccato il match

E’ un Milazzo che piano piano sta crescendo, eliminando quei difetti che sono costati punti preziosi ad inizio stagione, soprattutto nella gestione delle gare contro squadre che sulla carta hanno un potenziale inferiore. In questo senso la sfida contro il Motta rappresentava un esame importante, anche se gli etnei occupano l’ultimo posto disponibile all’interno della griglia playoff.

Il gol del vantaggio ha spazzato via tutte le paure, ma a non rendere il pomeriggio più complicato ci ha pensato il giovane estremo difensore, classe 2001, Amos Ragusa: “E’ stata una partita dura. Nel primo tempo eravamo un po’ troppo nervosi, ma nella ripresa siamo entrati in campo col piglio giusto. Abbiamo trovato il gol con Rasà e poi il raddoppio con Genovese, chiudendo la partita in dieci minuti. Quando loro sono rimasti in dieci per noi è stato più semplice gestire la palla ed aspettare la fine della partita. Faccio i complimenti alla squadra e ringrazio il mister per l’occasione che mi ha concesso”.

Il vicepresidente mamertino Antonio Napoli si gode il buon inserimento dei nuovi arrivati: “Buona prestazione contro un avversario ostico. Alla fine abbiamo portato il risultato a casa e credo che abbiamo giocato abbastanza bene, creando diverse palle gol. I due nuovi acquisti, Genovese e Calcagno, si sono inseriti bene. Il primo ha realizzato il gol all’esordio a dimostrazione che il loro inserimento può avvenire in tempi brevi. Sciliberto non ha giocato per scelta tecnica, ma il suo debutto avverrà a breve. Ci crediamo? Quello sempre, siamo in corsa sia in campionato che in Coppa, la stagione è ancora tutta da vivere e molte partite sono da giocare”.

Commenta su Facebook

commenti