Rush finale di mercato per il Messina. La Coppa Italia potrebbe slittare

GambinoGambino è il principale terminale offensivo del nuovo Messina (foto Nino La Macchia)

L’ACR Messina è pronto a completare la rosa affidata a Peppe Raffaele. Nelle prossime ore dovrebbero essere formalizzate le posizioni di almeno metà degli elementi aggregati. Dopo le confortanti indicazioni arrivate dall’ultima amichevole con il Real Tirrenia, coincisa con la conclusione del ritiro estivo dell’Annunziata, sembrano destinati alla firma il portiere Martinez e il difensore Mbaye, un ’99 dotato di gran fisico, che potrebbe rappresentare alla bisogna una buona alternativa a Cossentino e Porcaro, destinati chiaramente a una maglia da titolare.

Padulano dovrebbe legarsi nuovamente al Messina (foto Nino La Macchia)

Probabile anche l’accordo con Guerriera e Padulano, due ex che hanno mostrato buoni numeri, anche grazie alle discrete condizioni fisiche, frutto del lavoro già svolto in precedenza nei ritiri con Potenza ed Equipe Campania. La priorità sul mercato è rappresentata da un play di centrocampo, in grado di completare un reparto che tra gli over può fin qui fare affidamento sull’ex acese Cocimano e sul romano Traditi, oltre ovviamente a Guerriera. Svariati i nomi sul taccuino dei dirigenti giallorossi, pronti ad assicurarsi un altro “colpo”, in grado di innescare nel modo migliore armi offensive come quelle rappresentate da Gambino e Rabbeni, apparsi già in una rosa che resta comunque incompleta e un po’ imballata dai pesanti carichi di lavoro estivi.

Gaye

Gaye è tra gli under più impiegati da Raffaele nel precampionato (foto Nino La Macchia)

Lo staff medico, che è stato riaffidato a Francesco Petralito (manca comunque l’annuncio ufficiale) dovrà invece recuperare i vari infortunati, ovvero Biondi, Meo, Bossa, Di Marzo e Saya. La ripresa della preparazione è fissata per martedì al “Franco Scoglio”, dopo la conclusione del ritiro estivo ospitato dalla Cittadella sportiva universitaria dell’Annunziata. Nell’impianto di San Filippo è previsto anche l’esordio casalingo di Coppa Italia con l’Igea Virtus, che però dovrebbe slittare dal 26 al 29 agosto o addirittura al 2 settembre.

Dalla Campania rimbalza infatti l’indiscrezione che la “prima” di campionato potrebbe essere posticipata dal 2 al 9 settembre, anche perché il 7 il Collegio di Garanzia del Coni dovrebbe scrivere la parola fine sulla “querelle” dell’organico di B, al momento ridotto da 22 a 19 squadre. I ricorsi pendenti potrebbero però ancora una volta riscrivere il futuro della seconda e della terza serie. Considerata la richiesta dell’Aic di posticipare l’avvio del campionato cadetto, il presidente Pietro Sciotto e il dirigente (in pectore) Lello Manfredi monitorano la situazione ripescaggi, che non considerano totalmente chiusa a dispetto di quanto accaduto in queste settimane.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com