Rosafio: “Finalmente sfruttiamo le palle gol. Quasi perfetti, possiamo crescere”

RosafioRosafio celebra una delle sue dodici reti (foto Alessandro Denaro)

Il Messina ha surclassato la Gelbison, che si presentava in riva allo Stretto con i gradi dell’ottava della classe. La punta Marco Rosafio può godersi le sue due reti e il rotondo 5-0 conclusivo: “Sapevamo che era una partita da non sottovalutare, loro erano due punti sopra di noi in classifica. Siamo stati bravi ad offrire una grandissima prestazione e segnare tanti gol. Spesso costruiamo tanto ma non finalizziamo. È stata una partita quasi perfetta”.

Ragosta

Ragosta a secco ma protagonista nelle vesti di assist-man (foto Alessandro Denaro)

Al “Franco Scoglio” è maturata la quarta vittoria consecutiva, mentre in trasferta il decollo è stato rinviato più volte: “Secondo me non c’è differenza tra le gare interne e quelle esterne. Anche a Gela abbiamo espresso il nostro gioco e ci è mancata solo la rete. Poi sappiamo tutti quello che è successo negli spogliatoi. Dopo in dieci contro dieci non è stato lo stesso. A Nocera vincevamo 2-0 e poi siamo calati nella ripresa, pagando qualche disattenzione. Ma sappiamo imporre il nostro gioco anche fuori casa”.

In classifica restano immutate le distanze da Igea, Nocerina ed Ercolanese: “Mi hanno riferito che non è cambiato quasi niente rispetto a una settimana fa. Dobbiamo pensare solo alla prossima gara e a fare più punti possibile. Non siamo perfetti, dobbiamo migliorare in tante cose. Ad esempio nella gestione della palla e di certi momenti della partita”.

Lia

La progressione di Lia, sotto gli occhi di Modica (foto Alessandro Denaro)

Il tecnico Giacomo Modica ha imposti ritmi severi in allenamento ma adesso la squadra risponde presente la domenica: “Facciamo quello che ci chiede il mister e i risultati si vedono sul campo. Vorremmo portare più gente possibile sugli spalti. Sarebbe una soddisfazione per noi, la società e il mister. Seriamo di continuare così a livello di prestazioni, per divertirci insieme alla gente”.

Con la doppietta realizzata contro la Gelbison l’ex attaccante della Juve Stabia è già a quota otto reti in stagione, due in più rispetto a Yeboah: “Le partite si vincono da squadra. Oggi abbiamo segnato io, David e Mascari, la prossima volta toccherà a Ragosta o Cocuzza. Importa poco chi segna, l’importante è portare punti a casa e vincere più gare possibile”.

Commenta su Facebook

commenti