Riparte la nuova stagione nello spazio teatrale Clan Off tra laboratori e spettacoli

Clan OffLa conferenza stampa di presentazione del cartellone di "Clan Off"

Il Clan Off riparte con una nuova stagione teatrale con otto appuntamenti in cartellone, quattro prestigiose anteprime e due fuori programma, tre diversi laboratori e una rassegna per i più piccoli.

Clan Off

Gigi Spedale, Giovanni Maria Currò e Mauro Failla durante la conferenza stampa

Dopo un primo anno intenso, ritorna la stagione realizzata dall’associazione culturale “Clan degli Attori”, con la direzione artistica di Giovanni Maria Currò e Mauro Failla. “È stato un lavoro impegnativo ma siamo molto felici d’aver portato a compimento questo ambizioso progetto. Nel suo primo anno il teatro Clan Off ha accolto tantissimi spettatori il cui entusiasmo e presenza ci ha particolarmente sostenuto – racconta Mauro Failla – La nuova Stagione è stata concepita come una piena apertura verso quanto di meglio il teatro contemporaneo propone. Un appassionante percorso artistico in cui esperienze teatrali e personalità di spicco del panorama nazionale si intrecceranno in un dialogo con il pubblico di grande portata per confermare la scelta di una forte e significativa presenza della drammaturgia contemporanea insieme ad una costante ricerca di intense collaborazioni con compagnie ed artisti di livello nazionale (moltissimi i premi ed i riconoscimenti per ognuno di loro), per offrire così alla città un teatro attento, vivo e di qualità”. “Quando è iniziata questa ‘folle’ avventura non sapevo a cosa saremmo andati incontro ma, una volta partiti, le risposte sono arrivate puntuali – aggiunge Giovanni Maria Currò – la soddisfazione più grande è stata quella di vedere persone anziane che con profondo interesse hanno affollato il nostro spazio, apprezzando uno dopo l’altro gli spettacoli. Poi, quando ho capito che tra i nostri avventori, c’erano persone che per la prima volta si accostavano al mondo del teatro, il mio cuore si è riempito di gioia. Arrivavano puntuali nel nostro spazio settimana dopo settimana, tra uno spettacolo e l’altro si informavano con mail, telefonate, venendo di persona a trovarci, con la frenesia dell’attesa che dovrebbe essere prerogativa dei bambini. Ho capito davvero anche l’importanza sociale che uno spazio come il nostro ha nella nostra città. Se ogni rione di Messina, avesse uno spazio come il Clan Off Teatro, non ci sarebbe concorrenza, ci sarebbe soltanto più cultura e civiltà”.

Clan off Teatro

I suggestivi locali del Clan off Teatro

La nuova stagione vedrà la collaborazione della Rete di drammaturgia contemporanea Latitudini ed anche del SabirFest. “Rete Latitudini – spiega il presidente Gigi Spedaleha sostenuto fin dalla nascita questo coraggioso e generoso piccolo grande Teatro. Auspichiamo che l’esempio di Mauro e Giovanni sia seguito da altri che abbiano a cuore sinceramente la diffusione della Cultura teatrale nella nostra Città. Allo stesso modo stiamo seguendo e supportando simili realtà sparse in tutta la Sicilia, coordinandone la programmazione e produzione per massimizzare i risultati con economie di scala. Confidiamo in un maggior interesse e sostegno da parte delle, a volte farraginose e ingombranti Istituzioni”. Si comincia con quattro appuntamenti in anteprima ed in collaborazione con il SabirFest: giovedì 5 ottobre “Doppio legame” di Maria Pia Regoli e Salvatore Zinna, anche interprete, con la regia di Federico Magnano San Lio. Venerdì 6 ottobre “Fanculopensiero – Stanza 510”, liberamente ispirato al romanzo (Fanculopensiero) di Maksim Cristan con Ippolito Chiarello, regia Simona Gonella, drammaturgia Michele Santeramo. Il 7 ottobre, l’attore, drammaturgo, cuntista e regista trapanese Gaspare Balsamo propone “‘U Ciclopu, Giufà e Firrazzanu”. Il giorno successivo, l’8 ottobre, sarà la volta del premio Ubu Saverio La Ruina, il drammaturgo calabrese, fondatore insieme a Dario De Luca della compagnia Scena Verticale di Castrovillari, propone “Italianesi”, (Nomination Premio Ubu 2012 “Migliore testo italiano”).

Clan Off

Giovanni Maria Currò e Mauro Failla

La stagione prenderà il via con i consueti tre appuntamenti (sabato alle 18.30 ed alle 21:30 e domenica alle 18.30) al Clan Off in via Trento 4, il 28 e 29 ottobre 2017 con “Mari/Age”, scritto e diretto dal palermitano Rosario Palazzolo, con Delia Calò, Viviana Lombardo, Sabrina Petyx, Dario Raimondi, una produzione TMO (Teatro Mediterraneo Occupato, Palermo) con teatrino controverso. Il 18 e 19 novembre “Fidelity Card”, di Nella Tirante, in scena insieme al giovanissimo GianMarco Arcadipane, regia di Roberto Bonaventura, spettacolo vincitore dei Teatri del Sacro 2017. Il 2 e 3 dicembre in scena “Due passi sono”, spettacolo con cui la compagnia Carullo-Minasi si è imposta all’attenzione nazionale, conquistando il Premio Scenario per Ustica nel 2011, una produzione Carullo-Minasi e il Castello di Sancio Panza. L’anno nuovo comincia con la storia di “Virginedda addurata”, testo della scrittrice Giuseppina Torregrossa, che, il 13 e 14 gennaio sarà portato in scena da Egle Doria e Francesca Vitale, regia Nicola Alberto Orofino. Il 17 e 18 febbraio invece l’attrice Lucia Sardo, nota al grande pubblico come madre di Peppino Impastato nella pluripremiata pellicola cinematografica di Marco Tullio Giordana “I cento passi” proporrà “Concettina – storie di cuore e di pietà”, di Aurora Sardo regia di Marcello Cappelli con Lucia Sardo e Marcello Cappelli. Il 24 e 25 marzo “Taddrarite” (pipistrelli), atto unico, premiato al Roma Fringe Festival 2014 come miglior spettacolo, migliore drammaturgia e migliore attrice, scritto e diretto da Luana Rondinelli che dopo aver ammaliato il pubblico del Clan Off lo scorso anno con “Giacominazza”, torna adesso con “una storia focosa e crudele”. Il 14 e il 15 aprile invece in scena Fabrizio Ferracane con “Orapronobis”, testo e regia di Rino Marino, produzione Compagnia Marino/Ferracane Sukakaifa // TeatrUsica A.C. A chiudere la stagione, il 5 e il 6 maggio, una produzione Clan degli Attori: “Amigdala”, con Orazio Abate, Kasia Albrecht, Nino Cosenza, Piera Costantino, Manuela Smeriglio, con la partecipazione degli allievi del laboratorio di recitazione del Clan Off Teatro. Fuori programma con date da definire ci saranno “Malagrazia”, uno spettacolo di Phoebe Zeitgeist in collaborazione con Evoè, Rovereto / Teatro Civico 14, Caserta / Teatro Rossi Aperto, Pisa / AltoFest, Napoli, drammaturgia di Michelangelo Zeno ideazione e regia di Giuseppe Isgrò. Il Teatro Gamma di Catania proporrà “Diario intimo di una cameriera” di Octave Mirbeau, regia di Gianni Scuto, con Barbara Cracchiolo, Alessandro Gambino,  Domenico Maugeri, Antonella Scornavacca Teatro Gamma Catania. In programma anche “BimbialClan” una rassegna di cinque spettacoli per i più piccoli. Il teatro Clan Off è anche la casa di tre diversi laboratori di teatro: “EmoAzione – gli strumenti dell’attore”, laboratorio di avviamento alla recitazione a cura di Clan degli Attori condotto da Mauro Failla e Giovanni Maria Currò, “C’era una volta e una volta non c’era”, laboratorio di teatro per bambini (5 – 10 anni) a cura di Eleonora Bovo, “Zonamatta” laboratorio di teatro per ragazzi (11 – 15 anni) a cura di Monia Alfieri.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com