Rinaldi: “Abbiamo bruciato le tappe”. Picciolo: “Dal mercato almeno un rinforzo”

Nino Rinaldi con i giocatori
Nino Rinaldi con i giocatori

Il tecnico Nino Rinaldi con i giocatori

Lo splendido avvio del Città di Villafranca non è stato inficiato dalla sconfitta di Belvedere Marittimo. I tirrenici, attesi dalla sfida casalinga con il Catanzaro, guidano ancora la classifica del torneo di Serie B di calcio a 5 con un punto di vantaggio sui cosentini, che hanno però giocato una gara in meno. L’esperto tecnico Antonino Rinaldi analizza i passaggi chiave di questa esaltante prima parte di stagione: “Siamo partiti in ritardo rispetto alle altre per l’acquisizione del titolo dal Santa Lucia Mela, con cui nella passata stagione avevo vinto il campionato. Nonostante i problemi organizzativi e logistici abbiamo costruito il roster con competenza ed attenzione. Il presidente, con grandi sacrifici, mi ha consegnato un organico di buon livello. Non ci aspettavamo però di essere in testa dopo nove gare. Abbiamo bruciato le tappe, facendo grandi cose, grazie al duro lavoro svolto dal 2 settembre. Siamo contenti di ciò e speriamo di continuare così”.

Riguardo alla sfida persa nel turno scorso a Belvedere Rinaldi sottolinea il valore degli avversari: “Il Belvedere ha costruito una squadra in grado di far bene anche nell’attuale A2 e può vantare in rosa dei brasiliani di grande livello. Noi siamo ancora davanti, anche se i calabresi hanno una partita in meno, e si tratta di un risultato eccezionale. Agli atleti di esperienza, come Salomao, Di Trapani, Di Carlo e Orofino, ed all’altro brasiliano Ferreira abbiamo aggiunto dei giovani che non avevano mai militato in una categoria del genere. Si stanno integrando tutti al meglio. Coltiveremo fino alla fine il sogno di una promozione diretta, ma sarà difficile mantenere il passo del Belvedere”. 

Il tecnico evidenzia, inoltre, l’importanza del Palasport “Salvatore Cavallaro”. “Da quando è a disposizione il nuovo impianto ci alleniamo bene tutti i giorni. Avevamo inizialmente svolto la preparazione all’aperto e la squadra è cresciuta tecnicamente dal momento in cui abbiamo cominciato ad usufruire della struttura”.

Il Palasport "Salvatore Cavallaro"

Il Palasport “Salvatore Cavallaro”

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente Giacomo Picciolo. “Il Palasport è davvero una bella struttura, a misura di una realtà come la nostra. Ringraziamo intanto il commissario della Provincia per averci dato l’opportunità di allenarci e giocare le gare ufficiali, in attesa dell’agibilità. Aspettiamo inoltre di capire come verrà data in gestione”.

Sul mercato la chiosa finale del massimo dirigente tirrenico: “Le nostre rivali dirette si sono già rinforzate, soprattutto il Belvedere. Noi abbiamo risorse economiche più limitate e stiamo valutando qualche scambio. Vorremmo puntellare la rosa con almeno un rinforzo, ma aspettiamo la prossima partita con il Catanzaro per capire la nostra dimensione”. 

L’intervista video con il presidente Giacomo Picciolo:

L’intervista video con l’allenatore Antonino Rinaldi:

Commenta su Facebook

commenti