La Rescifina Messina non sfigura contro la quotata Lazur Catania. Allungo decisivo nel secondo tempo

Non riesce a bissare il netto successo colto sulla Roma Nord Riposto la Rescifina Messina ma l’avversario di turno, la Lazur Catania era complesso di ben altra caratura tecnica ed un ko al PalArcidiacono di Catania poteva tranquillamente starci contro la squadra che più di ogni altra si candida a centrare gli spareggi validi per l’A2. Nella seconda giornata del girone d’andata del campionato di serie C Femminile una prestazione autoritaria basta alla compagine etnea di coach Gianni Catanzaro che mantiene così l’imbattibilità stagionale al termine di una partita tirata e spigolosa. Le “lazurine” hanno la meglio sulle indomabili avversarie della Rescifina Messina, partite bene ma che hanno accusato un break nei quarti centrali della sfida. Il tecnico catanese schiera come starting five Eric, Licciardello, Bruni, Hristova e Gioia; le ragazze di casa, nel roster etneo figura anche l’ex di turno Ripellino, assente però per infortunio, inizialmente non sono particolarmente precise dalla media e lunga distanza ma lavorano bene in difesa e chiudono il quarto sul minimo vantaggio di 19-17. Nel secondo quarto la Lazur scava un piccolo solco, migliorando la percentuale di realizzazione dalla lunga distanza e mantenendo un discreto standard difensivo; si va all’intervallo con le lazurine sopra di dieci lunghezze (35-25).

La talentuosa Marija Eric (Lazur Catania)

La talentuosa Marija Eric (Lazur Catania)

Al rientro dagli spogliatoi, la solita giocatirce serba Eric, un autentico lusso per la categoria, la mano torrida di capitan Bruni, i rimbalzi di Gioia e la buona prestazione dell’ultimo acquisto in casa Lazur Grosso, chiudono i conti e non basta nell’ultimo tempino l’orgogliosa prestazione delle messinesi di Lilia Malaja che, pur gravate di falli, non mollano fino alla fine e riescono a contenere il passivo finale chiudendo sul 68-52 alla sirena finale. In casa peloritana continuano a destare una buona impressione le performance offerte dalle ultime arrivate, il play Bonnì, unica in doppia cifra e la lunga Guerrera, autrici di 19 punti in tandem. Prossimo impegno per le biancoazzurre della città dello Stretto al PalaTracuzzi contro l’Ad Maiora Ragusa, una squadra alla portata, ghiotta occasione per centrare il secondo successo stagionale.

Rescifina Messina-Lazur Catania 68-52
Parziali: 19-17; 35-25; 44-37; 68-52
Lazur Catania: Eric 17, Licciardello 6, Cutugno 6, Bruni 15, Hristova 4, Carbone, Tropea, Buscema, De Lucia, Gioia 12, Grosso 8, Borzi. Allenatore Catanzaro
Rescifina Messina: Marchese 8, Scionti 2, Davi’, Bonni 10, Giordano, Libro 8, Zaccone, Russo, Guarrera 9, Spadaro 9, Romeo 6. Allenatore Malaja
Arbitri: Barbagallo di Acireale, D’ Arrigo di Catania

Commenta su Facebook

commenti