Messina, Ragosta: “Dobbiamo raggiungere i playoff. Cobra? Un soprannome che mi piace”

RagostaRagosta può celebrare la prima doppietta con la maglia del Messina

Quattro reti nel girone d’andata, tutte di capitale importanza. E’ stato sempre più in crescendo il rendimento di Arcangelo Ragosta che ha sin qui timbrato la vittoria casalinga con l’Ebolitana, il pari di Palmi e il successo esterno contro il Paceco, con una doppietta dal dischetto. Il secondo miglior marcatore del Messina, dopo Rosafio, analizza questa prima parte di stagione: “Sono contento soprattutto per gli ultimi mesi, perché da quando è arrivato il mister Modica sono cambiate tante cose. Ha portato un certo equilibrio ed anche la metodologia di lavoro è diventata più intensa. Io mi sto mettendo in mostra e spero di continuare così”.

Ragosta

L’esultanza di Ragosta a Palmi

Eppure, nel mercato di dicembre si era parlato di una sua possibile partenza: “Mi interessava sapere della fiducia del mister e della società. Quando arriva il periodo del mercato escono tante voci non vere. Io sono tranquillo e sereno, penso soltanto a mettermi a disposizione del tecnico. Da parte mia c’è il piacere di continuare con l’ACR”.

Chi ha lasciato lo Stretto è invece Stefano Maiorano, assistito dallo stesso procuratore di Ragosta, Giovanni Delle Vedove. “E’ stata una grossa perdita sia all’interno dello spogliatoio che in campo, specie a livello di personalità. Stefano è un giocatore importante, ha sempre militato tra i professionisti. Abbiamo lo stesso procuratore, ma lui ha fatto una scelta diversa dalla mia. Adesso bisogna lavorare come in questo periodo per mettere benzina nelle gambe ed essere pronti per il girone di ritorno”.

Ragosta

Ragosta riceve un cartellino giallo

Il girone di ritorno? Per Ragosta i giochi non sono ancora fatti, nemmeno in vetta: “In questa categoria non c’è nulla di sicuro, ogni partita va giocata sul campo. Il Troina non ha ancora vinto il campionato ed è tutto aperto anche per la zona playoff. Penso che il nostro campionato inizierà il 7 gennaio col Portici. Daremo il massimo, questa squadra deve arrivare nei playoff”.

Soprannominato il “Cobra”, punta ad essere ancora più “velenoso” in zona-gol nella seconda parte di torneo: “Sono anni che mi porto dietro questo soprannome. Ho realizzato tanti gol in questa categoria e sono contento di essere chiamato così. Un auspicio per il 2018? Posso garantire il massimo impegno per cercare di fare più gol possibili per portare la squadra nei playoff. Il Messina non può stare in questa categoria”.

Calcio: Arcangelo Ragosta

Messina, ai nostri microfoni l'attaccante giallorosso Arcangelo RagostaA cura di Daniele Straface e Vincenzo Nicita Mauro

Publié par Messina Sportiva sur vendredi 22 décembre 2017

Commenta su Facebook

commenti