Proto è pronto a subentrare: completati gli incartamenti dal notaio Arrigo

Il dg Lello ManfrediIl direttore generale del Messina Lello Manfredi

L’estenuante trattativa volta al passaggio di consegne – ma non al passaggio di quote – è ormai arrivata a compimento. Per circa tre ore l’imprenditore Franco Proto e il suo staff di collaboratori si sono intrattenuti presso lo studio del notaio Nunzio Arrigo, che già un anno e mezzo fa ospitò un altro passaggio di testimone, quello tra Pietro Lo Monaco e l’attuale dirigenza. Presenti l’ex direttore generale giallorosso Lello Manfredi, il consulente fiscale Fabio Formisano, l’ex responsabile amministrativo del FC Messina Antonio Morgante e il responsabile per la comunicazione Vittorio Fiumanò. L’appuntamento per la definitiva formalizzazione è previsto per la mattinata di sabato, in tempo per il successivo impegno agonistico a Pagani.

Proto con Manfredi e Fiumanò a colloquio con Pino (fonte Facebook)

Superate le divergenze di vedute dei giorni scorsi, le due parti in causa sono ormai ad un passo dalla definizione dell’accordo. Arrigo ha redatto un nuovo preliminare, che garantirà a chi subentra la gestione del club fino a fine giugno e un’opzione sull’acquisto delle quote di proprietà di Natale Stracuzzi e Piero Oliveri. Un’operazione inusuale, dettata dalla necessità di cautelarsi da eventuali sorprese per via del passivo accumulato nel passato più o meno recente. Il pacchetto azionario dovrebbe restare per qualche mese solo formalmente nelle mani dei soci di maggioranza. L’atto dovrebbe garantire entrambi i contraenti.

Giovedì erano stati riallacciati i rapporti con le Istituzioni, con la visita a Palazzo Zanca, dove Proto è stato ricevuto dall’assessore allo sport Sebastiano Pino, e la squadra è partita alla volta di Pagani proprio grazie alle rassicurazioni del suo gruppo, anche se i fondi per trasferta ed alberghi sono stati ancora coperti dall’attuale dirigenza. In mattinata il sopralluogo allo stadio anche di Giorgio Corona, uomo simbolo del calcio peloritano e storico collaboratore di Proto, e Marcello Pitino, candidato alla carica di nuovo direttore sportivo.

Giorgio Corona

Per Giorgio Corona potrebbe profilarsi un nuovo ruolo nel rinnovato ACR Messina

Lo staff di Lello Manfredi è al lavoro per predisporre un piano marketing, simile a quello già attuato sedici mesi fa, in occasione dell’atteso derby tra Messina e Catania, il cui calcio d’inizio è stato peraltro posticipato da sabato a domenica, proprio per garantire un maggiore afflusso di tifosi. Una consistente cornice di pubblico e un buon incasso potrebbero essere il migliore viatico per l’avvio della nuova avventura. Che sarà peraltro complicata dall’annunciato arrivo di una penalizzazione, dovuta al ritardo con il quale saranno formalizzati i pagamenti di stipendi e contributi mentre potrebbe esserci ancora tempo per formalizzare il premio della fideiussione a garanzia degli stessi oneri economici.

Commenta su Facebook

commenti