Promozione – Il Riviera pronto al match di Milazzo. De Domenico: “Sono i migliori del girone, ma niente paura”

Il presidente del Riviera, Massimo De Domenico (scatto di R.S.)
Giovanni Tavilla: il preparatore dei portieri del Riviera pronto a rimettersi i guantoni per tornare tra i pali

Giovanni Tavilla: il preparatore dei portieri del Riviera pronto a rimettersi i guantoni per tornare tra i pali (scatto di R.S.)

Diciannove i convocati del Riviera Messina Nord, in vista del match esterno contro il forte Città di Milazzo terzo in classifica fissato per domani,  domenica 2 febbraio 2014, alle 15, allo stadio “Grotta Polifemo”, e valido per il girone B di Promozione. Questa la lista: Sanfilippo, Arena A., Alessi, Panetta, Arena D., Lavecchia, Tavilla (si tratta del 44enne preparatore dei portieri nonché responsabile della scuola calcio il quale, essendo tesserato anche da atleta, fungerà da secondo portiere viste le contemporanee indisponibilità di Salvatore e dello squalificato Arrigo), Caristi, Affè, Vento (il giovane terzino sinistro classe ’96 è rimasto nei ranghi, essendo sfumato, si spera solo momentaneamente per motivi scolastici il suo passaggio al Catanzaro), Lo Surdo, Zanghì, Manciagli, Vlad, Molonia, Alessio, Saporoso, Berenato, Morabito.

Sulla carta sembra non esserci partita, visti le ventisei lunghezze in più del Città di Milazzo (a quota 40)  rispetto ai rivieraschi (terz’ultimi a soli 14 punti). Tra i messinesi nessuno ha ancora dimenticato l’1-4 incassato all’andata, per mano dell’undici di Gaetano Accetta, al “Nicola Bonanno” di Villaggio Annunziata.

Certo non è l’avversario migliore da incontrare, sia dopo una sconfitta che dopo una vittoria – ammette il presidente del Riviera Massimo De Domenico -. Per me era e resta la migliore formazione della categoria, grazie a una rosa molto ampia e competitiva, ed al miglior allenatore attualmente in  circolazione tra queste categorie. Anche se il Città di Milazzo proviene da un tour de force (per loro sarà la quarta partita in due settimane.), ho raccomandato ai nostri ragazzi di essere molto decisi. Non abbiamo niente da perdere: se perdessimo sarebbe nella normalità, ma se facessimo risultato sarebbe tutto di guadagnato.Ogni tanto capita pure che Davide batta Golia”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti