Pistunina, mister Raciti: “Stiamo crescendo fisicamente. Mi aspetto un Sant’Agata arrabbiato”

Enzo Raciti, allenatore del Pistunina

Il pari al “Marullo” contro il Camaro ha iniettato una bella dose di ottimismo nelle vene di un Pistunina più che mai intenzionato a dare battaglia per mantenere la categoria. Il ripescaggio in Eccellenza avvenuto ad agosto aveva infatti costretto i messinesi ad una partenza in salita, dovuta allo stravolgimento della squadra dopo la retrocessione dello scorso anno.
Ed a rendere meno agevole il compito dei rossoneri ci si è messo anche il calendario, visto che questo inizio di stagione sta riservando tutti gli incroci con le big del campionato. Dopo le sfortunate prestazioni contro Biancavilla e Atletico Catania, ecco però arrivato il primo punto, contro un Camaro che fino al turno precedente ha sfiorato il colpaccio proprio in casa del Biancavilla.

Ezio Raciti tecnico del Pistunina

Una prestazione che fa ben sperare il tecnico Ezio Raciti: “Continuiamo a lavorare come abbiamo sempre fatto, avevamo un inizio di campionato difficile, nel primo mese dovevamo affrontare tutte le migliori compagini del torneo. Il fatto che adesso la nostra classifica fosse un po’ scarna era un fattore da tenere in considerazione”.

Per Raciti però anche le prime due partite precedenti non sono da buttar via: “Le partite contro Biancavilla e Atletico Catania sono state caratterizzate da episodi – ha detto -. Abbiamo pagato errori dei singoli e la condizione atletica non ancora ottimale. I ragazzi sono stati ordinati in campo, disciplinati tatticamente, c’è molta voglia di fare e bene e si può fare un buon lavoro anche se l’aver iniziato a metà agosto non ci aiuta. Siamo in ritardo sotto l’aspetto fisico e negli ultimi minuti delle gare cediamo qualcosa, ma adesso stiamo colmando anche questa lacuna. Domenica abbiamo fatto un’ottima gara e siamo stati penalizzati per un gol regolare che ci è stato annullato. Contro l’Atletico Catania – aggiunge – abbiamo subito un gol in netto fuorigioco, con il Biancavilla abbiamo avuto contro un rigore e un’espulsione che non c’erano. Ora dobbiamo solo crescere per giocarcela alla pari con tutti, ma i margini di miglioramento ci sono”.

Pistunina

Un undici titolare del Pistunina

Il prossimo impegno però sarà sempre probante, perché l’avversario si chiama Città di Sant’Agata e sarà arrabbiato vista la sconfitta interna contro il Biancavilla costata la panchina a Massimo Formisano: “Prima o poi le incontreremo tutte. Giocare contro le migliori in questa fase di rodaggio paradossalmente può essere positivo  – riflette Raciti – perché metti in conto il fatto di perdere punti. Non è da partite come queste che si decide il nostro campionato. Mi aspetto un Sant’Agata arrabbiato, che avrà voglia di riscattare lo 0-3 subito contro il Biancavilla, saranno guidati da Santino Bellinvia, che è un grande tecnico. Davanti però ci sarà un Pistunina che vuole fare bene: so che per loro non sarà facile”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com