Pistunina, Ardiri: “Con l’Avola è mancata cattiveria. La salvezza dipende solo da noi”

Ardiri del Pistunina

Il pareggio interno con l’Avola ha rappresentato l’ennesima occasione persa per il ritorno al successo del Pistunina, che ormai non conquista i tre punti dal 28 ottobre, giorno dell’1-0 contro il Catania San Pio X al “Franco Scoglio”. Nonostante tutto, però, i ragazzi di mister Raciti mantengono un leggero vantaggio sulla zona playout, distante due punti.

Il Pistunina opposto all’Avola

Le prestazioni sono sempre state convincenti, anche al cospetto di avversari più quotati almeno sulla carta, come testimoniano i pareggi ottenuti con Camaro e Rosolini. Il centrocampista Andrea Ardiri spiega cosa ha impedito al Pistunina di tornare al successo nell’ultimo turno di campionato: “Credo che ci sia mancata un po’ di cattiveria negli ultimi 16 metri – ha commentato l’ex Camaro – perché abbiamo giocato una buona gara, ma ci è mancata la stoccata finale. E’ un peccato perché talvolta proprio per questo motivo ci siamo ritrovati a dover fare i conti con sconfitte o pareggi immeritati. Credo che per quanto ci riguarda il più delle volte ci siamo ritrovati a fare i conti con risultati che non rispecchiavano il reale andamento delle partite”.

Una fase di Pistunina-Avola

L’astinenza da vittoria non preoccupa Ardiri: “La squadra si è sempre comportata bene. Tante volte siamo stati puniti solo da episodi, il caso più eclatante è la partita di Paternò. Però non abbiamo mai dato l’impressione di essere una squadra allo sbando o in crisi, ce la siamo sempre giocata e questo porterà i suoi frutti”.

All’orizzonte c’è però una trasferta particolarmente ostica come quella di Scordia: “Andremo lì a giocarcela con le nostre armi, consapevoli di poter far bene. A Rosolini partivamo già sconfitti, la stessa cosa con il Camaro, quando c’è stato da uscire gli attributi ed azzerare i valori in campo lo abbiamo sempre fatto”.

Per la lotta salvezza, Ardiri non nasconde il proprio ottimismo: “Credo che l’unico avversario del Pistunina sia il Pistunina stesso. Abbiamo tutte le possibilità di salvarci direttamente, anche se non sarà facile perché il campionato è molto duro. Però ce la siamo sempre giocata alla pari con tutti, eccezion fatta per il Giarre non ricordo un avversario che ci abbia messo veramente sotto. Abbiamo dimostrato che in questa categoria possiamo starci”.

Commenta su Facebook

commenti