Pioggia di gol alla piscina Cappuccini, la WP Messina fa suo lo scontro diretto con il Bologna

L'esultanza della WP Messina al termine del match

Gol, spettacolo e vittoria alla piscina Cappuccini davanti al commissario tecnico della nazionale italiana Fabio Conti, giunto in riva allo stretto per osservare da vicino le peloritane Sparano, Apilongo e Gitto convocate per un collegiale ad Ostia.

Toth (WP Messina) va in gol

Toth (WP Messina) va in gol

La Waterpolo Despar Messina segna come mai aveva fatto da quando è approdata in A/1, gioca per due tempi con grande scioltezza e alla fine, contro una diretta concorrente, incassa tre punti pesanti in chiave salvezza. 20-14 il risultato finale e successo dedicato ad Alessandra Ventriglia, colpita 10 giorni fa da un gravissimo lutto familiare. La seconda vittoria in campionato conferma la bontà del lavoro svolto dal tecnico Giovanni Puliafito e dal suo staff. Soddisfatto anche Felice Genovese, massimo esponente della società giallorossa, che ha incassato i complimenti del Ct Fabio Conti e di Beppe Marotta, consigliere federale.

CRONACA – Il Bologna parte forte e conquista un rigore che l’australiana Arancini spedisce sul palo, presagio di una giornata storta per le felsinee. La Waterpolo Despar Messina realizza, invece, con Starace, e, dopo un palo di Morvillo, subisce la rete in controfuga di Barboni. Il gol segnato dalla mancina Avola in superiorità segna il punto di non ritorno della partita. Da questo momento, infatti, le emiliane non riusciranno più a contenere gli attacchi sempre vincenti delle padrone di casa che realizzano ancora con Toth e Apilongo, autrice di una bellissima “sciarpa”. Arancini e Manzoni tengono vive le speranze di Bologna, ma nel finale di tempo Gitto, Morvillo e Toth (gravata prematuramente di due falli) portano il vantaggio sul 7-3. Il trend prosegue nel secondo parziale: Apilongo trasforma un rigore e Morvillo va in rete con l’uomo in più (9-3). Si segna tanto, forse troppo per i “puristi” della pallanuoto. All’intervallo lungo la Waterpolo Despar Messina arriva con un margine di cinque reti (13-8), mentre Bologna perde il capitano Pasquali per raggiunto limite di falli.

Apilongo (WP Messina) realizza un rigore

Apilongo (WP Messina) realizza un rigore

Dopo 21 gol complessivi in sedici minuti non è lecito attendersi di più. Nel terzo periodo, ovviamente il Bologna tenta di reagire allo strapotere delle siciliane, ma ottiene solo un parziale di 2-2 con Arancini e Budassi che controbattono alle reti di D’Agata e Toth. Nell’ultimo tempino, le emiliane tentano la rimonta, disperata quanto velleitaria. Dopo il tap-in di Apilongo trovano, però, la forza di segnare con D’Amico, due volte, e Mina. La Waterpolo Despar Messina non perde la testa e gestisce il vantaggio di tre reti incrementandolo con Morvillo e Battaglia. Sono i centri che stroncano definitivamente la resistenza delle emiliane. D’Amico e, sui titoli di coda, due volte D’Agata firmano il tabellino di una gara comunque “storica” per le padrone di casa.

COMMENTI – Il tecnico Giovanni Pulifiato è soddisfatto della prova delle sue ragazze: “Sapevo che avremmo riscattato alla grande la brutta prova di Catania. Ci siamo concessi qualche pausa di troppo soprattutto in difesa, ma la vittoria era fondamentale nel cammino salvezza. Il nostro pensiero va ad Alessandra Ventriglia che speriamo di riabbracciare al più presto. Adesso spero di vedere la stessa prestazione, magari con lo stesso risultato, anche nelle prossime partite”.

L'esultanza della WP Mesina al termine del match

L’esultanza della WP Mesina al termine del match

Il campionato osserverà un turno di stop e da qui a Natale verranno giocate solo tre giornate, una ogni quindici giorni. In programma un doppio turno in trasferta, si comincia il 23 novembre, contro Prato, il 7 dicembre le peloritane viaggeranno alla volta dia Bogliasco, entrambe le formazioni puntano alla permanenza nella massima serie. Il ciclo si chiuderà alla piscina Cappuccini il 21 dicembre contro Imperia.
Nei prossimi giorni, intanto, la federazione deciderà la sede della sfida di World League tra Italia e Grecia di metà febbraio. Messina è in pole position per ospitare l’evento internazionale.

TABELLINO:

Despar Messina-Bologna 20-14 ( 7-3, 6-5, 2-2, 5-4)

Wp Despar Messina: Sparano, Apilongo 4 (1 rig.), Gitto 1, Starace 2, Morvillo 3, Loffredo, Battaglia 1, D’Agata 3, Toth 4 (1 rig.), Arruzzoli, Avola 2, Rella, Laganà. All. Puliafito.

R.N. Bologna: Giancristofaro, Stefanini, Lenzi, Mina 3, Rendo, Barboni 1, D’Amico 4, Manzoni 1, Arancini 2, Budassi 2, Calabrese1, Pasquali , Ghedini. All. Grassi

Arbitri: Alfi e Daniele

Note. Uscite per limite di falli: Pasquali (B) nel secondo tempo, Gitto (M) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Messina 5/10 +2 rig., Bologna 1/7 + rig. (fallito da Arancini nel primo tempo – palo) . Spettatori 200 circa.

Questi gli altri risultati della quinta giornata:Bogliasco-Orizzonte Ct 5-6, Firenze-Rapallo 10-9, Imperia-Blu Team 16-6 e Padova-Prato 7-3.

Classifica: Orizzonte Ct 15, Rapallo e Imperia 12, Firenze e Padova 9, Wp Despar Me e Bogliasco 6, Bologna e Prato 3 e Blu Team 0.

Prossimo turno (23/11/13): Prato-Waterpolo Despar Messina, Orizzonte Ct-Imperia, Rapallo-Padova, Bologna-Bogliasco, BluTeam-Firenze.

Commenta su Facebook

commenti