Pancaro: “Abituati ad affrontare squadre che fanno la partita della vita”

Pancaro in conferenza stampa

Nel giorno che precede il derby tra Messina e Catania il tecnico rossoazzurro Pippo Pancaro è scosso per gli attentati di Parigi ed apre la conferenza stampa della vigilia proprio con un commosso messaggio riguardo alla tragedia di venerdì sera: “Si fa fatica a parlare di calcio, il pensiero va alla Francia ed alle famiglie delle vittime. Da troppo tempo diciamo che queste cose non dovrebbero più succedere. Più che manifestare tutto il nostro disgusto non possiamo fare, ma guardiamo avanti e continuiamo a svolgere il nostro lavoro”.

Pancaro e Grassadonia all'uscita dal campo

Pancaro all’uscita dal campo nella scorsa stagione quando guidava la Juve Stabia

Guardando al match del “San Filippo” l’ex difensore di Lazio e Milan può contare su alcuni recuperi importanti, specie nel pacchetto arretrato. “Bergamelli, Calil e Parisi sono tutti al 100%, l’unico che ha qualche problema è Pelagatti che valuteremo domenica. Plasmati? E’ un valore aggiunto, ma deve trovare la migliore condizione. Sono contento di lui, ha fatto gol contro l’Akragas, ma non ha ancora i 90 minuti nelle gambe”.

L’attesa per un derby che manca da otto anni è palpabile. Sulle iniziative varate dal Messina, che punta a quota ventimila spettatori, Pancaro commenta: “Siamo abituati ad affrontare squadre che contro di noi fanno la partita della vita, siamo il Catania e siamo preparati a questo. In più è un derby al quale a Messina tengono molto e lo dimostrano con il fatto che ci saranno tantissimi spettatori presenti. Però ci tengono tanto a questa sfida anche i nostri tifosi e francamente mi dispiace molto che non possano essere allo stadio”.

San Filippo

Il manto erboso del San Filippo

La situazione di classifica degli etnei è impietosa, complice ovviamente la pesante penalizzazione. Il distacco accumulato dalle prime si è fatto notevole, ma l’allenatore preferisce non pensarci: “Il nostro è un trend negativo soltanto dal punto di vista dei risultati, mentre per quanto riguarda le prestazioni siamo in crescita continua. Pensiamo ad una gara per volta e l’unica che conta è adesso quella con il Messina. Vogliamo tirarci fuori prima possibile da questa posizione di classifica che ci vede ancora in zona playout. Sul campo avremmo 18 punti, il Messina ne ha fatto uno in più, 19, tutti meritati. E’ una squadra forte, che gioca bene ed ha grande entusiasmo. La chiave giusta sarà l’equilibrio. Noi siamo a buon punto, ma abbiamo anche ampi margini di miglioramento. Vogliamo ottenere il massimo da questa partita, senza pensare ad altro osservando la classifica”.

Calil, attaccante del Catania

Calil, attaccante del Catania

Al termine della seduta di rifinitura, svolta sabato mattina a Torre del Grifo Village, l’allenatore del Catania Giuseppe Pancaro ha convocato 23 giocatori per la sfida con il Messina – Portieri: Bastianoni, Ficara, Liverani. Difensori: Bacchetti, Bergamelli, Ferrario, Garufo, Nunzella, Parisi, Pelagatti. Centrocampisti: Agazzi, Lulli, Musacci, Russo, Russotto, Scarsella, Sessa. Attaccanti: Barisic, Calderini, Calil, Di Grazia, Plasmati, Rossetti.

Commenta su Facebook

commenti