Pagni: “Faremo l’impossibile per salvarci. A gennaio potevamo fare di più, vedi Alessandro e Infantino”

Un primo piano del direttore sportivo del Messina Danilo Pagni

In un’intervista rilasciata al portale tarantino Blunote.it Danilo Pagni ha parlato dell’esperienza al Messina, soffermandosi in merito a quanto è accaduto nel mercato invernale da lui condotto e sul suo futuro: “Sono subentrato a Messina nel periodo di Natale e attraverso piazze come Roma, Chievo, Lazio e Vicenza siamo riusciti a chiudere undici risoluzioni no coast e a valorizzare calciatori fortissimi classe ’92 e ’93 (Berardi (’92) e Ciceretti (’93)). Oltre questi colpi abbiamo condito il tutto con qualche esperto come Rullo che non ha bisogno di presentazioni avendo giocato in serie A: aveva voglia di riscatto. Pedina importante anche Mancini: l’ex Taranto tanto amato sia dai sostenitori ionici che messinesi. Potevamo fare di più visto che, un po’ per leggerezza e un po’ per circostanza abbiamo perso Alessandro ed Infantino che sono gli attuali capocannonieri della Lega Pro da gennaio. Dopo l’uscita di Grassadonia, persona che stimo tantissimo, con Di Costanzo la squadra ha trovato il giusto equilibrio. Ferrigno, rientrato da circa due mesi, inoltre, che ha costruito la squadra, lo reputo una persona seria. Sia chiara una cosa faremo l’impossibile per salvarci. Il mio futuro? Ho un contratto con il Messina che scade il 30 giugno. Ho già avuto una chiamata concreta da parte di un presidente. Non è il momento di sbilanciarsi: rimando tutto a dopo i play out”.

Commenta su Facebook

commenti