Otto gol per il Messina a Villafranca. In evidenza Barraco, Cocuzza e Padulano

L'undici titolare del Messina a VillafrancaL'undici titolare del Messina a Villafranca

Quattro gol per tempo nella quinta amichevole pre-campionato per il Messina, che al “Farsaci” si è presentato finalmente con una rosa quasi del tutto definita, di fronte ad un’ottima cornice di pubblico, che applaude convinto i consistenti progressi mostrati dai giallorossi.

Una fase di gioco

Una fase dell’amichevole disputata al “Farsaci”

I peloritani hanno insistito con la palla a terra, sfruttando l’aggressività dei loro esterni, che offrono svariati cross per le punte. Il 4-3-3 caro ad Arturo Di Napoli dà finalmente i suoi frutti, al di là del valore dell’avversario di turno, il Città di Villafranca, che milita in prima categoria. A bordo campo a colloquio con il direttore sportivo Christian Argurio c’è un grande ex, il portiere Mimmo Cecere.

ACR in campo con la divisa giallorossa già vista nelle precedenti uscite, mentre i tirrenici indossano il tradizionale biancoverde. Fascia di capitano per Giorgione, uno dei “pupilli” di Arturo Di Napoli, che schiera subito titolari i nuovi arrivati De Vito, Martinelli, Barraco, Baccolo e Gustavo. Terreno in condizioni non ottimali, ma il Messina ha scelto di preservare San Filippo e Celeste, oggetto recentemente di interventi di manutenzione.

La squadra fa il suo ingresso in campo

La squadra fa il suo ingresso in campo

La cronaca. Al 5′ l’acquisto più atteso, il brasiliano Gustavo, si presenta con una splendida pennellata su punizione: il pallone si insacca al sette. Il calcio piazzato era stato conquistato da Giorgione. Al 9′ ci prova il rientrante Cocuzza, ma la sua conclusione al volo viene deviata sul palo dal portiere. Poi si mette ancora in luce Gustavo, che prima viene fermato in fuorigioco e poi all’11’ sugli sviluppi di un corner imbecca con un rasoterra Barraco, che da fuori firma il 2-0.

Al 17′ il primo contrattempo, con un lieve infortunio per Gustavo, colpito alla schiena. Lo staff tecnico peloritano sceglie la cautela e manda subito in campo Padulano, che sarà peraltro grande protagonista. In evidenza anche l’intraprendente Bramati, già positivo a Brolo. Al 22′ viene annullata una marcatura al Messina: sul lancio lungo di Baccolo era stato il neo-entrato Padulano a sfruttare uno scontro tra il portiere avversario ed un difensore, ma viene ravvisata un’irregolarità dell’ex aretino.

Il saluto tra le due formazioni prima del via

Il saluto tra le due formazioni prima del via

Poi viene sventato in angolo un bel traversone di Frabotta. Al 27′ invece Cocuzza non finalizza davanti al portiere un cross al bacio dalla destra di Giorgione. La scena si ripete al 32′ ma questa volta l’ex attaccante del Noto da distanza ravvicinata sfrutta un bel filtrante rasoterra del centrocampista che è arrivato da Savona insieme al tecnico Di Napoli. Poi è Barraco ad impegnare Celona con una gran botta. Subito grandi numeri da parte di Padulano, che al 44′ salta tre difensori come birilli e mette nell’angolo. Si va al riposo sul 4-0.

In avvio di ripresa ci prova altre due volte Barraco, che prima non inquadra di poco la porta e poi al 7′ trova la rete, con un interno destro dal limite. Nel frattempo viene osannato l’ultimo arrivo, il centrale difensivo Burzigotti, appena arrivato da Catania: ovviamente l’ex Grosseto non viene impiegato ma svolge subito lavoro differenziato sulla pista di atletica adiacente al terreno di gioco ed incassa i primi applausi del pubblico. Potete rileggere l’intervista all’ultimo innesto cliccando qui. 

Una fase del riscaldamento pre-partita

Una fase del riscaldamento pre-partita

Al 10′ Padulano va vicino al raddoppio personale sul lancio di Parisi: dopo avere saltato due avversari la sua conclusione spizzica il palo. E’ una fase di stanca, anche per via del gran caldo ma si mette comunque in luce Fornito che sfiora la marcatura. Cocuzza manca il bis sull’assist di De Vito, poi alla mezzora l’ex cosentino Zanini conclude dal limite ed insacca la sfera con un bel tiro nell’angolino alla destra del portiere avversario. Al 38′ Cocuzza corona nel migliore dei modi un’azione personale con un destro appena dentro l’area. Al 40′ arriva infine l’ottava rete, con una mezza girata al volo di Longo, con il pallone che si impenna dopo essere sbattuto a terra.

Il tabellino. ACR Messina – Città di Villafranca 8-0
Marcatori: 5′ Gustavo, 11′ e 52′ Barraco, 32′ e 83′ Cocuzza, 44′ Padulano, 75′ Zanini, 85′ Longo.
ACR Messina: Addario (46′ Di Stasio), Frabotta (46′ Biondo), De Vito (63′ Russo), Giorgione (46′ Fornito), Martinelli (46′ Parisi), Palumbo (46′ Fiumara), Barraco (63′ Longo), Baccolo (67′ Bossa), Cocuzza, Bramati (46′ Zanini), Gustavo (17′ Padulano). Non impiegati: Burzigotti, Salvemini. Allenatore: Di Napoli.
Città di Villafranca: Celona, Scibilia, Gangemi, Pino, Trigomi, De Luca, Bicchieri, Sottile, Currò, Midili, Franchina. Allenatore: Scibilia.

Commenta su Facebook

commenti