Orlandina, Pozzecco è raggiante per il secondo posto: “I miei ragazzi mi stanno regalando emozioni uniche” (3 VIDEO)

Gianmarco Pozzecco parla alla squadra durante un time out
Gianmarco Pozzecco parla alla squadra durante un time out

Gianmarco Pozzecco parla alla squadra durante un time out

L’Upea Orlandina non smette di stupire. I ragazzi allenati da Gianmarco Pozzecco centrano la quinta vittoria consecutiva, la dodicesima nelle ultime quattordici partite su un campo come il Biella Forum inviolato dallo scorso mese di ottobre. Numeri significativi che racchiudono solo in parte il secondo posto in solitario della truppa del presidente Sindoni ad una sola vittoria di distanza dalla capolista Trento (che il prossimo 30 marzo dovrà rendere visita al PalaFantozzi nello scontro diretto, ndc).
In sala stampa il coach friulano è al settimo cielo: “Prima della partita ho ricevuto un pensiero dai tifosi di Biella e questo mi ha fatto molto piacere per la competenza del pubblico piemontese. Me lo ha regalato il figlio di Alberto Savio, uno degli artefici che hanno portato la Pallacanestro Biella a questo livello ed una persona che ha un approccio allo sport simile al mio. Lui mi ha regalato un bellissimo libro su Biella. Per quanto riguarda la partita faccio i mie più sinceri complimenti all’Angelico e a coach Corbani, quello che abbiamo detto in settimana s’è avverato. Biella aveva in campo cinque giovani mentre noi avevamo due-tre veterani e questo alla lunga ha fatto la differenza. Biella ha un bel gruppo, dal modo di giocare traspare tutta la loro energia e dedizione. In estate ho seguito tutta la campagna acquisti piemontese perché sono legato a questo posto e sono molto contento che ad un certo punto il pubblico mi abbia dedicato un coro. Stanno facendo un grandissimo campionato, si pensava ad una salvezza sofferta invece sono tra le prime del gruppo. Voglio ringraziare i miei ragazzi, ho un rapporto con loro che va al di là della pallacanestro, specie con Basile e Nicevic, miei coetanei. Tutti i meriti che abbiamo per essere secondi in classifica sono esclusivamente da ascrivere a loro. Poi viene la società e la città. Sto vivendo soddisfazioni incredibili pur non essendo protagonista in campo”.

Pozzecco in sala stampa

Pozzecco in sala stampa

Questo il giudizio dell’ex play della Nazionale su Biella: “Mi ha colpito l’enorme fisicità e poter disporre di giocatori nel ruolo di play come Laganà e Raspino che difendono molto bene sui pick ‘n roll. Hanno uno spiccato senso tattico che li aiuta molto. Abbiamo limitato in attacco Voskuil, Mays si è sacrificato per quaranta minuti senza concedergli un tiro aperto. Abbiamo segnato tanto, novanta trè punti ma la cosa importante è che non abbiamo mai concesso a Biella di esaltarsi davanti al suo caloroso pubblico”.
Su come vive giornalmente il ruolo di capo allenatore Pozzecco è molto chiaro: “Faccio molta più fatica rispetto a quando giocassi, però vivo molto di più le emozioni. La condivisione di emozioni coi giocatori mi da il sorriso per tutta la settimana. L’abbraccio finale a centro campo ripaga di tutto il lavoro svolto. Credo di essere cambiato come uomo, prima ero più individualista ora questo mestiere mi fa stare bene rendendomi più sentimentale”.

Fabio Corbani (Biella) in sala stampa

Fabio Corbani (Biella) in sala stampa

Di seguito è il turno dell’allenatore sconfitto Fabio Corbani che raccoglie con soddisfazione i complimenti del collega Pozzecco e a sua volta ne formula degli altri: “A mio avviso questa sera abbiamo disputato una buonissima partita contro una squadra che in questo momento non è al nostro livello ma ad uno molto superiore, data la capacità e l’esperienza nel giocare finali punto a punto in gare molto più importanti. Cito i canestri finali di Mays, ma posso ricordare giocatori come Basile o Soragna, senza dimenticare Portannese e l’esperienza che ha accumulato in questa categoria. Il girone d’andata chiuso a venti punti ha fatto si che gli avversari ci affrontano ora come una grande squadra, ci studiano, sono agguerriti e pronti. Questo ci fa piacere perchè vuol dire che fin qui abbiamo fatto bene, ma ora dobbiamo essere pronti ad affrontare i treni che ci verranno contro. Dovremo diventare più furbi, più smaliziati, più vecchi in senso fisico, i 20 punti li abbiamo fatti con corse, salti ed energia, noi crediamo che il contatto faccia parte di una partita di basket e continueremo a sviluppare i nostri giocatori in questo modo, grazie anche al totale appoggio che abbiamo da parte della società”.

Nicolò De Vico (Biella) in conferenza stampa

Nicolò De Vico (Biella) in conferenza stampa

Infine tra i giocatori è la giovane ala biellese Nicolò De Vico ad analizzare il match che lo ha visto chiudere in doppia cifra (10 punti): “Capo d’Orlando è uno squadrone, in certe fasi del match poteva permettersi il lusso di giocare con quintetti molto esperti. Abbiamo faticato costringendoci sempre ad inseguire, poi nel finale hanno trovato i tiri della staffa. E’ scontato che l’esperienza oggi abbia recitato un ruolo importante, tra le due squadre c’era grande differenza d’età anagrafica. Dopo un grande girone d’andata e la qualificazione alla Coppa Italia tutti ci aspettano al varco, dobbiamo migliorare tanto ed essere più costanti nell’arco dei quaranta minuti”. 

Questo il video di DailyBasket con la conferenza stampa dell’allenatore dell’Orlandina Gianmarco Pozzecco:

Questo il video di DailyBasket con la conferenza stampa dell’allenatore di Biella Fabio Corbani:

Questo il video di DailyBasket della conferenza stampa dell’ala di Biella Nicolò De Vico:

Commenta su Facebook

commenti