Orlandina, Nicevic e il match di Cantù. “Siamo in crescita, sarà un esame importante”

Sandro Nicevic

Poco prima della partenza per Milano e conseguente spostamento a Cantù per sfidare l’Acqua Vitasnella nel nuovo impegno stagionale, in casa Orlandina Basket ha parlato il totem Sandro Nicevic che si è soffermato particolarmente sulle condizioni attraversate dalla squadra. “Sto bene dopo l’infortunio patito, ho recuperato la condizione ed anche la squadra è in crescita di fiducia. Le ultime partite lo dimostrano, sperando che sabato riusciremo ad avere uno sforzo maggiore per provare a vincere in Lombardia”.
Due sconfitte di fila sia per l’Upea così come per i locali allenati da Pino Sacripanti, che gara si vedrà alla Mapooro Arena?
“Spero che l’esperienza di sconfitte in volata sia ormai dalla nostra parte e ne trarremo i giusti insegnamenti. Non permetteremo a Cantù di portarci via dalle amni la gara”.
Fari puntati su Metta World Peace, asso Nba che dopo l’esperienza in Cina ah deciso di oltrepassare l’Oceano e giocare in Italia. Che impatto può avere sul nostro campionato?
“Per come gioca lui e come si gioca in NBA sarà un impatto che avvertirà ma resta un campione con ottimi fondamentali che può fare male agli avversari. Dobbiamo cercare di separarlo dal resto della squadra, limitare le sue capacità. Sarà un pericolo per noi”.
Sabato scorso si è respirata un’atmosfera di festa per il basket siciliano al PalAuriga di Trapani, il commento de giocatore croato.
“Sicuramente non è come casa nostra al PalaFantozzi con molta più passione ed incitamento che si respira vicino al parquet. Lì si esaltano tutti, invito perciò più tifosi possibili a seguirci la prossima sfida interna con Brindisi. Questa squadra lo merita”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva