Orlandina, Griccioli: “Concesso troppo a rimbalzo. Le assenze non ci fermeranno”

La Grissin Bon Reggio Emilia batte l’Upea Capo d’Orlando e guarda tutti dall’alto in basso perchè la vittoria conquistata tra le mura amiche le permette di agganciare l’Umana Reyer Venezia in vetta alla classifica del massimo campionato di pallacanestro. Sono i giovani italiani Della Valle e Mussini a trascinare i reggiani che hanno allungato nel corso del secondo tempo, approfittando di una serata discontinua al tiro da parte degli avversari. Stato d’animo opposto per l’Upea Orlandina in preda alle classiche montagne russe, dopo la splendida affermazione contro la Dinamo Sassari infatti a distanza di cinque giorni al PalaBigi matura il sesto ko in stagione. Sconfitta preventivabile alla vigilia della gara, condizionata da pochi allenamenti in settimana per via delle numerose assenze che hanno privato dalla sfida in terra emiliana il terzetto costituito da Sandro Nicevic, Sunshine  Pecile e Corrado Bianconi. In casa paladina il coach Giulio Griccioli non si sottrae e commenta l’andamento di un incontro che poteva avere un copione differente: “Non so se meritavamo uno scarto finale di dodici punti, anche se alla fine non sono tantissimi. Potevamo far meglio soprattutto nel primo quarto, quando siamo riusciti a mettere in difficoltà Reggio, ma abbiamo concesso troppo a rimbalzo. Nel terzo quarto potevamo scavare qualche punto rispetto al divario che poi abbiamo avuto alla fine. Chiaramente dentro l’area eravamo inferiori per centimetri, in alcuni momenti però avevamo più ritmo di Reggio, ed è vero che siamo stati poco incisivi noi, ma ci è stato perdonato anche troppo poco dal metro arbitrale. Abbiamo giocato in sette per via degli infortuni, e oggi anche la situazione falli ci ha creato problemi sin dall’inizio. Avevamo però l’atteggiamento giusto, dobbiamo continuare a provarci nonostante l’emergenza”.
I padroni di casa festeggiano il ritorno al primo posto, piazzamento ritrovato dopo l’ultima sconfitta in casa della Virtus Bologna. Il tecnico Max Menetti ha analizzato la gara: “E’ un successo importante per noi perchè simo in un periodo di forte disomogeneità nel nostro gioco. Non era facile  vincere contro una squadra difficile, che ti fa giocare sotto ritmo e che ha un buon sistema di gioco e buoni giocatori. Sono contento, la gara è stata sofferta ed abbiamo sopperito. I due punti contano per il morale e la classifica, tutti si sono messi a diposizione dei compagni. Il momento è particolare perchè non tutti i giocatori sono allo stesso livello ma hanno bisogno di tempo per recuperare. Adesso ci riposiamo qualche ora e poi pensiamo all’Eurocup, competizione nella quale vogliamo passare il turno eliminatorio”.

Un timeo out di Max Menetti (Reggio Emilia)

Un timeo out di Max Menetti (Reggio Emilia)

 

Commenta su Facebook

commenti