Novelli: “Meritavamo qualcosa in più. L’espulsione? Mi dà molto fastidio”

L'allenatore dell'Acr, Raffaele Novelli

Il pari raggiunto in pieno recupero a Castellabate non soddisfa completamente l’Acr Messina che ha dominato per larghi tratti contro la Polisportiva Santa Maria Cilento sprecando tante palle gol. L’1-1 di Crisci, che ha risposto al vantaggio di Maggio, ha portato all’1-1 che l’allenatore Raffaele Novelli in sala stampa ha giudicato così: “Eravamo già in crescita, avevamo fatto buone partite e affrontavamo un avversario molto ben organizzato. Soprattutto quando si difende basso è difficile trovare spazi, ma siamo stati bravi a trovarli tra le linee, avendo sei-sette palle gol, colpendo due legni e poi pareggiando all’ultimo. Meritavamo, forse, qualcosa in più. Sullo 0-0 abbiamo avuto due situazioni per andare in vantaggio, lì dovevamo essere bravi a segnare, perché ci fossimo riusciti il Santa Maria avrebbe dovuto alzarsi e ci sarebbero stati spazi diversi”.

I giocatori dell’Acr in barriera

Il gol fantasma di Cretella, non assegnato dall’arbitro, ha generato le veementi proteste dell’Acr tra campo e panchina: “Io ero lontano, mi è sembrato gol ma non posso esserne certo. Però ci sono delle situazioni in partita che danno un po’ fastidio. Andare ad analizzare gli errori dell’arbitro e degli assistenti non fa parte del mio modo di essere. Mi urta invece l’espulsione, perché nella mia carriera non ne ho ricevuto molte, avendo sempre atteggiamenti lontani da contesti di arroganza e prepotenza. Mi sono anche messo a dividere due giocatori, ma l’arbitro da lontano ha preso questa decisione e ciò mi dà fastidio”.

“Il Santa Maria ha organizzazione di gioco – ha concluso il tecnico – l’allenatore è bravo a dargli delle idee, questa squadra può arrivare in fondo. Qui è difficile far punti, se non segni subito puoi andare in difficoltà, però non è stato il caso nostro. Non hanno pressione, ma una certa spensieratezza e tranquillità di giocare. Noi non dobbiamo né deprimerci né esaltarci, dispiace non aver vinto ma siamo consapevoli di essere sulla strada giusta. Dobbiamo correggere certe cose a cominciare di pensare a far gol, un aspetto per me molto importante”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva