Novelli: “Dribblare le difficoltà. Voglio entusiasmare i tifosi in collinetta”

Raffaele NovelliIl tecnico dell'Acr Messina Raffaele Novelli

Scatta dalla gara casalinga con il Cittanova il girone di ritorno dell’Acr Messina. Un primato da difendere, da qui a maggio, la missione dei giallorossi. Il tecnico Raffaele Novelli avverte i suoi sulle insidie del match con i calabresi, che già all’andata imposero il pari. “Sappiamo di incontrare una buona squadra, sia sotto l’aspetto individuale che collettivo. Ha dei giocatori che possono cambiare gli equilibri di una partita. Dobbiamo però giocare su noi stessi e sappiamo quello che servirà fare per avere meno difficoltà”.

Acr Messina

La squadra ha ricevuto una delegazione di tifosi (foto Paolo Furrer)

Con il pubblico sugli spalti ad incitare la capolista sarebbe stato un primato ancora più speciale: “Se si è bravi a svolgere un determinato tipo di lavoro, con applicazione e volontà, si possono superare le difficoltà crescendo. Si può solo immaginare al momento di portare più gente al campo. Quando però vedo sulla collina quei pochi, che rappresentano un’intera tifoseria, c’è l’emozione di alimentare il loro entusiasmo cercando di fare buone prestazioni. A Salerno, quando ho allenato e giocato da avversario, ho visto che la curva è come quella del Messina e delle altre piazze importanti, con cultura calcistica e un certo vissuto. Se come calciatore non sei forte crolli facilmente, servono personalità e carattere”.

Tre partite in sette giorni. Cittanova, Biancavilla e Rotonda nel programma dei giallorossi. Un passo alla volta per Novelli: “Penso alla sfida col Cittanova, alla fine di quella ci prepareremo per l’altra, non esiste adesso pensare alla gara di mercoledì. Il Cittanova è una buona squadra e dovremo avere dentro di noi quelle ambizioni di crescita che non sono punti di arrivo ma punti di partenza”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva