Novelli: “Create tante palle gol. Abbiamo provato a vincerla anche sul 2-2”

GelbisonD'Agostino decisivo in uscita su Cristiani

Il 2-2 con la Gelbison non può lasciare interamente soddisfatto il tecnico dell’Acr Messina Raffaele Novelli, con l’amaro in bocca nonostante la reazione prodotta dalla squadra in inferiorità numerica: “Venivamo da sei settimane senza giocare, loro avevano almeno i 90′ nelle gambe della partita scorsa. Pur giocando su un campo pesante abbiamo retto sotto l’aspetto fisico, mentale e tecnico-tattico. La squadra ha creato sei o sette palle gol, subendo un calcio di rigore e un tiro contro una squadra molto organizzata, che con Coulibaly, Figlioglia e Gagliardi sfruttava giocatori che amano la profondità. Noi, pur in dieci, abbiamo provato a vincerla, anche sul 2-2, senza mai perdere l’equilibrio di squadra”.

Raffaele Novelli

Il tecnico dell’Acr Messina Raffaele Novelli

Alla fine i giallorossi si sono dovuti accontentare di un punto al termine di una gara dai tanti episodi, su tutti l’espulsione di Foggia che aveva causato anche il rigore concesso ai campani: “Raccogliamo un punto e analizzeremo gli aspetti sia positivi che negativi. Non voglio entrare nel merito degli episodi arbitrali. Alcune situazioni come cartellini e calci di rigore avuti anche in passato lasciano qualche dubbio, però in questi casi, anche se c’è un episodio un po’ strano, non dobbiamo perdere la tranquillità ed essere frenetici. Le partite si possono recuperare, se quella rabbia che abbiamo per alcuni aspetti la riversiamo nella corsa e nel gioco”.

“La Gelbison gioca sempre col 4-3-3 ha commentato Novelli – ma qui si è messa a cinque per cercare di recuperare palla e ripartire. Noi abbiamo sempre le nostre idee di gioco, non abbiamo corso rischi, però ci innervosiamo facilmente. Bisogna crescere per mentalità e personalità e agire in modo diverso, non perdendo la serenità per cercare gli spazi e andare a fare gol. Abbiamo subito molti falli, ma se l’arbitro non ammonisce l’unica strada percorribile è continuare a fare la partita”.

Aliperta

Aliperta prova a superare un paio di avversari

Le assenze di Foggia, che sarà squalificato, e del neo acquisto Manfrellotti, subito ai box per infortunio, non lo preoccupano: Addessi oggi è subentrato dopo una settimana nella quale era rimasto fermo. Arcidiacono erano tre settimane che non si allenava, ha ripreso giovedì. Avevamo qualche difficoltà, ma i due sono entrati e hanno prodotto per quello che avevano dentro. Le alternative ci sono, dobbiamo curare alcuni aspetti, penso che soltanto attraverso il lavoro quotidiano possiamo superare le difficoltà. Manfrellotti? La sua condizione fisica era ottima, in partita poteva farci comodo. Ha avuto un infortunio alla spalla, vediamo se riuscirà a recuperare nelle prossime settimane”.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva