Nasce il nuovo ACR Messina. A Pietro Sciotto il 90%, al fratello Matteo il 10%

Acr MessinaIl consulente commerciale Giovanni Giliberto con il presidente Pietro Sciotto, il notaio Pierangela Pitrone e il socio Matteo Sciotto (foto Alessandro Denaro)

È stato costituito poco dopo le 14 e 30 – al termine di un incontro durato circa un’ora – il nuovo ACR Messina. Nello studio del notaio Pierangela Pitrone, che sorge sulla via dei Mille, il dottor Pietro Sciotto è divenuto ufficialmente il presidente del club giallorosso, che si è appena visto assegnare da Comune e Figc il diritto a richiedere un posto nella prossima serie D.

Acr Messina

La firma sull’atto costitutivo del nuovo Messina da parte del presidente Pietro Sciotto (foto Alessandro Denaro)

A Pietro Sciotto, imprenditore attivo nel ramo dell’automotive, va il 90% delle quote del neonato sodalizio, mentre il restante 10% è stato acquisito dal fratello, l’avvocato Matteo Sciotto, che è anche sindaco del centro di Gualtieri Sicaminò, che ha dato i natali alla loro famiglia. A seguire le varie fasi della redazione dell’atto anche il commercialista e consulente del gruppo Giovanni Giliberto.

In mattinata il neo presidente aveva invece predisposto in un istituto bancario i primi adempimenti economici finalizzati alla richiesta di affiliazione e iscrizione alla prossima serie D. La Federcalcio ha d’altronde assegnato il diritto alla città dello Stretto di ripartire subito dalla massima categoria dilettantistica, a fronte di un versamento a fondo perduto di 150mila euro. Il primo, consistente, esborso per la neonata Associazione Calcio Rilancio Messina.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com