Milazzo, poker al Belpasso. I mamertini riprendono quota in classifica

Esultanza Milazzo

Il Milazzo torna a correre e riprende dal poker al Belpasso il rush finale del proprio campionato. Dopo le due sconfitte consecutive – unico caso in stagione – inferte da Pedara San Pio X e Real Avola, gli uomini di Danilo Rufini hanno spazio per divertirsi e salire al quarto posto, affrontando la formazione del presidente Minervini che, ad un passo dalla matematica retrocessione, prosegue con grande dignità anche al “Salmeri” la stagione in corso. Ancione, Rasà, Rizzo e Lucarelli firmano così il tabellino e mandano in archivio la pratica Belpasso, con la testa dei rossoblù che è tutta volta a Scordia, per il big match che nella prossima giornata vale punti decisivi per la geografia della griglia playoff.

Per mezz’ora non succede praticamente nulla, coi padroni di casa che cercano inutilmente la via del gol con un palleggio impreciso negli ultimi sedici metri. Un Belpasso battagliero difende a testa alta la propria metà campo e solo al 26’ un colpo di testa di Ancione si infrange sulla parte interna della traversa. Alla bassa tensione della gara si aggiunge anche la sfortuna per i rossoblù, che steccano due volte con Rasà tra uno stop di petto prolungato di un soffio ed un pallonetto che da 30 metri finisce di poco alto a porta sguarnita. E quando sta per chiudersi il primo tempo ci pensa Riccardo Ancione a sbloccare il risultato, cogliendo al 40’ un traversone dalla destra con uno stop a seguire per togliere la sicura al mancino e battere Nocilla da pochi passi.

Milazzo-Belpasso

Nella ripresa Rasà cerca subito il raddoppio, ma l’estremo difensore etneo si oppone coi guantoni al tiro scagliato sulla verticalizzazione di D’Anna. Nella casella del 2-0 trova così posto lo splendido gol di Leandro Rizzo, che al 55’ stoppa la sfera al limite dell’area e merita gli applausi del “Salmeri” con un colpo sotto, di collo pieno, che lascia di stucco Nocilla e legittima i tre punti. Soli quattro minuti più tardi un’azione di mischia su calcio d’angolo varrebbe il tris per i mamertini, annullato però da Matina per un fallo in attacco commesso da Tricamo. La firma sul 3-0 la mette dunque Rosario Rasà, che al 63’ corona una generosa prestazione con un prepotente inserimento in area di rigore, utile a resistere alla trattenuta di un avversario e trafiggere Nocilla con un diagonale diretto sul palo più lontano. Lucarelli si fa poi annullare il gol nato da uno svarione della retroguardia belpassese, Tricamo allontana di testa sulla linea di porta il tiro da fuori di Sapienza e tra le fila del Milazzo c’è spazio per l’esordio in Eccellenza del classe ’99 Ferdinando Dell’Oro. Ai titoli di coda sale in cattedra anche Lucarelli, che torna al gol e fissa il poker con uno spettacolare gesto tecnico: all’86’ il 4-0 nasce appunto dal cross teso di Rizzo dalla destra, che l’italo-argentino scaraventa in rete avvitandosi in una volèe di sinistro dal vertice dell’area in direzione secondo palo. Nel recupero ancora Lucarelli scheggia la traversa con un tiro da fuori e sulla respinta Rizzo si ferma a pochi centimetri dal quinto gol.

Domenica prossima il Milazzo sarà impegnato al “Binanti” di Scordia, contro la formazione di Pippetto Romano che esce sconfitta dalla capolista Palazzolo dopo undici risultati utili consecutivi. Il Belpasso, invece, ospiterà il Giarre.

Milazzo-Belpasso 4-0
Marcatori: 40’ Ancione, 55’ Rizzo , 63’ Rasà, 86’ Lucarelli

Milazzo (3-5-2): Ingrassia; Tricamo, Matinella, Raia; Rizzo, Cordisco, D’Arrigo (52’ Lucarelli), D’Anna, Leo (69’ Dell’Oro); Ancione (69’ Cannavò), Rasà.
A disposizione: Di Dio, Arizzi, Casale, Genovese. Allenatore: Danilo Rufini
Belpasso (4-4-1-1): Nocilla; Licciardello, Filetti (54’ Chisari), Puglisi, Raffagnino; Giummaresi, Guglielmino (64’ Peci), Muscia (87’ Cassone), Sapienza; Maccarone; Blangiforti. Allenatore: Giovanni La Mela
Arbitro: Davide Matina della sezione di Palermo. Assistenti: Pablo Vasques della sezione di Siracusa e Marco Lauretta della sezione di Ragusa.
Ammoniti: Puglisi, Raffagnino (B).
Recupero: 1 pt, 3 st
Calci d’angolo: 1-0

Commenta su Facebook

commenti