La Casertana si rammarica. Tedesco: “Potevamo vincere”, Corado: “Meritavamo di più”

Andrea TedescoIl tecnico della Casertana Andrea Tedesco (foto Giuseppe Scialla)

Le sconfitte di Fidelis Andria, Fondi e Catania non bastano alla Casertana, che si morde le mani dopo il pareggio interno colto contro il Messina, utile per rinnovare le ambizioni play-off ma non per imprimere l’accelerazione decisiva. Dopo il blitz a Castellammare anzi, anche la Paganese può sognare adesso l’approdo agli spareggi promozione.

Milinkovic

Milinkovic prova a farsi spazio sulla corsia (foto Giuseppe Scialla)

Il tecnico Andrea Tedesco assolve i suoi, incapaci di sfruttare anche la momentanea superiorità numerica per l’ingenuo rosso rimediato da Musacci: “Chi è sceso in campo ha dato l’anima e si è visto. Ho contato almeno quattro palle gol che però non siamo riusciti a concretizzare – ha commentato ai microfoni di Sport Casertano – Peccato perché meritavamo di più anche se in alcuni casi, gare del genere si rischiano anche di perdere. In fin dei conti il nostro portiere non ha mai dovuto fare una parata e da parte nostra un po’ di rammarico c’è. Comunque da martedì penseremo alla prossima sfida, dal momento che ci attende un Fondi agguerrito dopo la sconfitta di Siracusa. Sarà un autentico anticipo di play-off.

Sulla stessa linea d’onda l’argentino Gaston Ezequiel Corado, che in sala stampa non ha nascosto il suo disappunto per lo 0-0 strappato dai siciliani a Caserta: “Francamente meritavamo di più. Loro non hanno quasi mai tirato in porta e Ginestra non ha dovuto impegnarsi più di tanto. Purtroppo ci è mancata la fortuna, perché qualche conclusione poteva finire dentro. C’è rammarico, però tutti hanno dato quello che potevano. Andiamo avanti e pensiamo al prossimo impegno di sabato contro il Fondi”.

Commenta su Facebook

commenti