Messina, si interrompe la striscia positiva. La Sancataldese passa 2-1, Dezai accorcia

CocuzzaCocuzza prova a sfondare (foto Nino La Macchia)

Al “Franco Scoglio” la squadra di Modica cade dopo cinque risultati utili. Zappalà e Carrozzo confezionano il successo ospite. Chance per Cocuzza e Manetta nel primo tempo. L’ivoriano, entrato al posto di Ragosta, dimezza lo svantaggio nel finale. 

Il pre-partita. Dopo aver collezionato cinque risultati utili consecutivi (tre vittorie e due pareggi) il Messina ospita la Sancataldese al “Franco Scoglio”, cercando di sfruttare il calendario da qui alla fine dell’anno per risalire in classifica. Ben cinque le novità di formazione rispetto alla gara di Palmi. Dentro dal 1′ il neoacquisto Rinaldi, Polito, Pezzella, Cocuzza e Bucca.

Messina-Sancataldese

La cronaca. Il Messina sembra partire con il piglio giusto e cerca prevalentemente la corsia destra per provare a sfondare. Alla prima occasione è però la Sancataldese a passare. E’ il 10′, quando Zappalà, di testa, ricevendo dalla bandierina, spedisce sotto la traversa, con Cocuzza che appostato sulla linea non riesce ad allontanare. Sfida subito in salita per i giallorossi. La squadra di Modica prova comunque a reagire. Al 15′ ghiotta chance sprecata da Cocuzza che calcia praticamente un rigore in movimento, trovando però l’intervento di Serenari, pronto a respingere. Sul proseguimento dell’azione, Ragosta di testa in tuffo, viene murato in corner da un difensore. Tre minuti più tardi tiro-cross di Lavrendi che per poco non scavalca Serenari, abile a deviare la sfera sulla traversa e quindi in angolo. Pericolo al 21′ sul contropiede di Bruno: Rinaldi esce un po’ in ritardo, ma il numero 7 ospite non inquadra la porta in pallonetto. Al 24′ Serenari si supera per respingere il colpo di testa di Manetta. Il Messina insiste per andare a caccia del pari prima del finale del tempo e al 40′ Rosafio tenta dal limite, ma è comoda la presa del portiere ospite. Al 1′ di recupero Ragosta mette dentro sugli sviluppi di un calcio di punizione, rete annullata per offside dell’attaccante. Episodio da rivedere. Si va al riposo con la Sancataldese chiudere in vantaggio senza troppi meriti.

Il portiere devia sopra la traversa

Nella ripresa doccia gelata al 2′ con la Sancataldese che in ripartenza trova subito il modo per colpire. Sul cross di Sessa è Carrozzo di testa a siglare il raddoppio. Modica inserisce Cozzolino per Polito e poi Mascari in luogo di Lavrendi. In precedenza tra gli ospiti Ouattara era subentrato a Sciacca. I padroni di casa sembrano aver perso fiducia dopo lo 0-2. Lunga fase del match senza sussulti, evidente il contraccolpo psicologico per la squadra di Modica. Al 25′ Cocuzza va al tiro dal limite senza troppa convinzione, con il pallone che si perde alto sopra la traversa. Dezai, che rileva Ragosta, manca subito la deviazione vincente sotto porta. L’ivoriano si rifà al 38′, appoggiando in rete sul perfetto suggerimento di Maiorano. Gara riaperta sull’1-2 grazie al secondo centro del torneo dell’ex siracusano. Il Messina si riversa avanti e prova a sfruttare i calci piazzati. Clamorosa occasione divorata da Mascari che sul traversone di Lia manda alto a porta vuota: per “fortuna” del giovane attaccante c’è la segnalazione del fuorigioco. Bossa e Pezzella rimpiazzano Migliorini e Maiorano. Si gioca oltre il 50′, ma i peloritani non riescono ad evitare il ko. Le speranze si infrangono sulla punizione battuta malamente da Bossa. La Sancataldese fa festa, il Messina deve leccarsi le ferite, cadendo dopo cinque risultati utili consecutivi.

Il Messina cade contro la Sancataldese

Il tabellino. Messina-Sancataldese 1-2
Messina: Rinaldi, Lia, Polito (15′ st Cozzolino), Migliorini (45′ st Pezzella), Manetta, Bucca, Rosafio, Maiorano (45′ st Bossa), Lavrendi (10′ st Mascari), Cocuzza, Ragosta (27′ st Dezai). A disp. Meo, Cassaro, Tricamo, Balsamà, Pezzella. All. Giacomo Modica.
Sancataldese: Serenari, Tosto, Fragapane, Calabrese, Di Marco, Zappalà, Bruno, Sessa, Sicurella (41′ st Raimondi), Sciacca (1′ st Ouattara), Carrozzo (24′ st Costanzo). A disp. Letizia, Alba, Giarrusso, Galletti, Pignatone, Maniscalchi. All. Rosario Marcenò
Arbitro: Valentina Garoffolo di Vibo Valentia. Assistenti: Luigi Benedetto e Roberto Basile di Crotone
Marcatori: 10′ pt Zappalà (S), 2′ st Carrozzo (S), 38′ st Dezai (M)
Ammonito: 46′ st Tosto (S)

Commenta su Facebook

commenti