Il Messina pressa il Varese per Lupoli. Ambrosetti: “Ha varie offerte dalla C”

Lupoli in azione con la maglia dell'Ascoli contro la Reggina

La concorrenza del Foggia, che insegue al pari del Messina lo spezzino Pietro Iemmello, e lo stand-by che ha caratterizzato negli ultimi giorni la trattativa con il club ligure, hanno convinto i dirigenti peloritani a sondare con decisione anche un’opzione alternativa, quella rappresentata dal 27enne Arturo Lupoli. La punta l’estate scorsa aveva siglato un contratto triennale con il Varese, con scadenza fissata per giugno 2016. È chiuso da un organico già abbastanza ampio e quindi i lombardi dovrebbero lasciarlo partire.

Il direttore sportivo del Varese Gabriele Ambrosetti

Il direttore sportivo del Varese Gabriele Ambrosetti

A confermarlo è il direttore sportivo biancorosso, Gabriele Ambrosetti, che la carriera da dirigente l’ha intrapresa dopo un grande passato da calciatore tra Vicenza, Brescia, Piacenza e Chelsea: “Arturo è stato regolarmente convocato per la prima partita ufficiale di Coppa Italia, in programma domenica (prevista la sfida alla Juve Stabia del messinese La Camera, vittoriosa nel primo turno contro il Prato, ndc). Non è un  mistero però che a lui si siano interessate alcune squadre, come il Messina, tutte di Lega Pro. È un professionista che si impegna duramente: da questo punto di vista è ineccepibile e può quindi essere paragonato a Bjelanovic”.

Il ragazzo ha chiesto espressamente una destinazione che possa garantirgli una certa continuità di rendimento, come d’altronde era accaduto anche nei mesi scorsi: “A febbraio lo abbiamo girato all’Honved, dove ha avuto modo di fare un po’ d’esperienza nel campionato ungherese. Attualmente fa parte della rosa della prima squadra ma l’eventuale partenza è un’opzione credibile. Potremmo cederlo in prestito secco ma anche a titolo definitivo se dovesse arrivare la proposta giusta”.

Lupoli in azione con la maglia del Varese

Lupoli in azione con la maglia del Varese

Lupoli, che ha indossato anche le maglie di Parma e Fiorentina, senza però esordire in prima squadra, vanta ampia esperienza in serie B ed in carriera non è mai sceso in terza serie. Complessivamente tra i cadetti ben 133 presenze e 20 reti realizzate con le maglie di Treviso, Ascoli e Grosseto.

Per lui anche una lunga militanza in Inghilterra. Con l’Arsenal l’esordio in Carling Cup ed in Premier League, poi tre campionati di Championship (la serie B inglese) con Derby County, Norwich City e Sheffield United, per complessive 61 gare in cui ha realizzato 13 marcature. Il 27enne bresciano ha indossato anche la  maglia dell’Italia nelle varie selezioni giovanili, dall’Under 16 all’Under 21 di Pierluigi Casiraghi. In Azzurro 33 apparizioni e ben 18 gol all’attivo.

Lupoli con la divisa dell'Arsenal. Per lui quattro stagioni in Inghilterra

Lupoli con la divisa dell’Arsenal. Per lui quattro stagioni in Inghilterra

Fino a qualche stagione fa è stato assistito dal procuratore Andrea D’Amico, che era anche l’agente di un altro Arturo, Di Napoli, amatissimo dai tifosi giallorossi, e di un altro ex FC Messina, il centrocampista Massimo Donati.

Dal Varese nelle settimane scorse i peloritani hanno già prelevato l’attaccante croato Sasa Bjelanovic, che si era svincolato a fine giugno, ed il promettente esterno Alex Benvenga, che è stato invece “liberato” dal sodalizio biancorosso grazie alla rescissione del contratto che altrimenti sarebbe scaduto nell’estate del 2015. I rapporti tra le parti insomma sono ottimi e questo potrebbe agevolare la definizione di quello che rappresenterebbe il decimo acquisto estivo del rinnovatissimo Messina, ancora alla ricerca di svariati innesti per completare l’organico affidato a Gianluca Grassadonia.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com