Messina da urlo: Cocuzza stende il Cosenza con una doppietta

L'undici titolare del MessinaL'undici titolare del Messina

I giallorossi vincono e convincono al debutto casalingo stagionale. L’attaccante palermitano sblocca il risultato al 4′ del primo tempo, ripetendosi al 3′ della ripresa con un perfetto colpo di testa. Per i silani palo di Arrigoni. La squadra di Di Napoli balza a quota 5 in classifica.  

L'ingresso di Messina e Cosenza

L’ingresso di Messina e Cosenza

Il pre-partita – Debutto casalingo stagionale per il Messina che ha raccolto sin qui due pareggi in altrettante trasferte. Di Napoli deve rinunciare allo squalificato Berardi, appiedato per due turni dal Giudice sportivo in seguito all’espulsione rimediata nel finale di gara a Benevento. Tra i pali c’è Addario, all’esordio ufficiale. In difesa Frabotta e De Vito esterni, con Martinelli e Palumbo centrali. Gustavo, Fornito, Giorgione e Barraco a centrocampo. Davanti Cocuzza e Padulano. Ancora panchina inizialmente per Tavares. Nel Cosenza di Roselli non trova spazio nell’undici di partenza l’ex Guerriera. Out per infortunio Caccetta. Prima del via messaggio alla tifoseria, attraverso i microfoni, del presidente Stracuzzi che ha poi salutato il collega Guarascio, presente in tribuna.

Totò Cocuzza subito grande protagonista con una doppietta

Totò Cocuzza subito grande protagonista con una doppietta

La cronaca – Brivido dopo 1’, con il Cosenza che guadagna un tiro dalla bandierina sugli sviluppi del quale Vutov colpisce di testa tutto solo a centro area, spedendo alto sopra la porta di Addario. Alla prima sortita offensiva, però, il Messina passa: al 4’ conclusione di Gustavo smorzata dalla difesa, Cocuzza si presenta davanti a Perina e lo batte con l’aiuto di un rimpallo. E’ il primo centro tra i professionisti con il Messina per l’attaccante palermitano, tornato a vestire la casacca giallorossa dopo due anni. Una rete celebrata con l’irrefrenabile corsa sotto la curva sud. Al 14’ i silani ci provano con un colpo di testa di Arrighini, azione poi fermata dall’arbitro per un’irregolarità in area. Quando il Messina affonda è sempre pericoloso. Lo conferma Gustavo che al 19’, con un gran rasoterra dal limite, impegna Perina, bravo a distendersi e a deviare in angolo. Al 28’ Di Napoli deve ricorrere al primo cambio, inserendo Burzigotti per l’infortunato Frabotta. Il neo entrato affianca in mezzo al reparto arretrato Martinelli, mentre Palumbo viene dirottato a destra. Al 33’ bella conclusione dalla distanza di Padulano con la sfera che si perde a lato. Finale di tempo senza grossi sussulti. Si va all’intervallo sull’1-0 per il Messina. In tribuna appare anche Fabrizio Ferrigno, collaboratore dell’area tecnica del Catania che questo pomeriggio ha superato 4-2 l’Ischia al “Massimino”.

Il saluto tra i capitani prima del via

Il saluto tra i capitani prima del via

L’avvio di ripresa ricalca l’inizio della prima frazione. Al 3’ splendido cross dalla sinistra di Padulano, un invito delizioso per Cocuzza che stacca a centro area e di testa spedisce alle spalle di Perina. Doppietta per l’attaccante, letteralmente scatenato. Roselli, incassato il 2-0, prova a mischiare le carte. Raimondi e Fiordilino rilevano Vutov e Criaco. Al 14’ proprio il neo entrato Raimondi si vede negare il gol da Addario che respinge in tuffo sulla punizione ben angolata dal giocatore rossoblù. Tavares, autore del gol del pari a Monopoli, sostituisce al 18’ Barraco. Cosenza pericolosissimo al 22’: improvvisa conclusione di Arrigoni che si infrange sul palo alla sinistra di Addario. Bramati subentra a Gustavo, tra i grandi protagonisti del match. Il Messina non è sazio e va vicino al terzo gol con Giorgione, al tiro da fuori, e Padulano, la cui incursione viene sventata dalla difesa silana. Al 43′ ancora Padulano in evidenza, il suo tiro si spegne di un soffio a lato. Sul fronte opposto Addario si oppone sul tentativo di Arrigoni. Dopo 3′ di recupero può esplodere la festa al fischio finale. Messina batte Cosenza 2-0. Prosegue la serie positiva dei giallorossi che brindano al primo successo del torneo e balzano a quota 5 punti. Un debutto casalingo coi fiocchi.

Uno striscione con le "richieste" della Curva Sud

Uno striscione con le “richieste” della Curva Sud

Il tabellino. Messina-Cosenza 2-0
Marcatore: 4’ pt e 3′ st Cocuzza.
Messina: Addario, Frabotta (28’ pt Burzigotti), De Vito, Fornito, Martinelli, Palumbo, Gustavo (27’ st Bramati), Giorgione, Cocuzza, Barraco (18’ st Tavares), Padulano. A disp. Di Stasio, Bossa, Russo, Barilaro, Fusca, Baccolo. All. Di Napoli.
Cosenza: Perina, Ciancio, Pinna, Arrigoni, Tedeschi, Blondett, Criaco (11’ st Fiordilino), Corsi (22’ st Ventre), Arrighini, Vutov (7’ st Raimondi), Statella. A disp. Saracco, Soprano, Di Somma, Guerriera, La Mantia. All. Roselli.
Arbitro: Giosuè D’Apice di Arezzo. Assistenti: Genny Sbrescia di Castellammare di Stabia e Paolo Napolitano di Napoli.
Note – Ammoniti: 7’ pt Statella (C), 25’ Arrigoni (C), 38’ Giorgione (M), 43’ pt Barraco (M). Recupero primo tempo 2’, recupero secondo tempo 3′. Calci d’angolo: 5-8 per il Cosenza. Spettatori: 1.430 abbonati, 1.622 paganti. Incasso di 15.920 € (quota abbonati 7.802 €).

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com