Il Messina bussa anche alla porta del Torino: chiesto il difensore Andrea Ientile

Non sono soltanto Genoa e Chievo Verona gli interlocutori d’eccezione ai quali si è rivolto il Messina. La società di Pietro Lo Monaco, dopo avere seguito con attenzione le Final Eight del campionato “Primavera” a Rimini, ha allacciato i rapporti anche con il Torino, sconfitto proprio in finale dai gialloblu.

Andrea Ientile con il tecnico della Primavera del Torino Moreno Longo

Andrea Ientile con il tecnico della Primavera del Torino Moreno Longo

Il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno ed il tecnico Gianluca Grassadonia hanno apprezzato infatti le doti del difensore centrale Andrea Ientile, classe 1995, che in stagione ha collezionato ben 33 presenze, tra stagione regolare, finali, Torneo di Viareggio e Coppa Italia. Per lui anche quattro reti, compresi il momentaneo 1-0 nel derby di andata contro la Juventus ed il 2-2 degli ottavi di finale contro l’Atalanta.

Cresciuto nelle giovanili della Juventus, Andrea Ientile è stato prelevato poi dai granata. Numerosi i club di Lega Pro che, a vario titolo, hanno chiesto informazioni a Massimo Bava, delegato dal direttore sportivo granata Gianluca Petrachi per il mercato degli Under 21.

Ientile in azione con la maglia granata

Ientile in azione con la maglia granata

Un contatto, sia con il Torino che con l’entourage del giocatore, c’è già stato: come anticipa il portale ToroNews.net, il difensore granata potrebbe trasferirsi sullo Stretto in prestito con un contratto di addestramento tecnico, o eventualmente con un triennale da professionista, soluzioni sulle quali il Torino lavorerà nelle prossime ore.

Il club peloritano attende poi aggiornamenti da Verona. Dal Chievo il Messina ha già ottenuto il rinnovo della comproprietà del difensore Enrico Pepe. Numerosi i giovani che hanno catturato l’attenzione dell’entourage peloritano in missione in Romagna, dove ha assistito dal vivo al trionfo che è valso la conquista dello Scudetto da parte dei gialloblu: dal centrocampista offensivo Massimiliano Gatto, che sembra però destinato ad accasarsi in serie B, al difensore Kevin Magri.

Il talentuoso Matteo Messetti rilascia un'intervista

Il talentuoso Matteo Messetti rilascia un’intervista

Resta una pista percorribile invece quella che porta al talentuoso Matteo Messetti, un numero dieci, classe 1995, dotato di grande tecnica, capace di giostrare anche da mezzala ed esterno. Prodotto del vivaio clivense, ha ottime doti fisiche ed un buon fiuto per il gol, come dimostrano le 10 reti realizzate quest’anno con la formazione “Primavera”, mentre tra gli “Allievi” raggiunse quota 15.

Perno di tutte le formazioni giovanili, è stato più volte convocato nelle varie Under azzurre. Confermato l’interesse per Lorenzo Marchionni, trequartista in grado di agire anche da esterno, classe ’94, cresciuti nei settori giovanili di Ascoli e Juventus. Per lui quest’anno quattro reti con i clivensi.

Dal Genoa infine il Messina ha ottenuto la certezza della permanenza del portiere Ettore Lagomarsini. Al responsabile del settore giovanile Michele Sbravati i dirigenti peloritani hanno chiesto qualche altro giovane di prospettiva, che possa crescere in riva allo Stretto.

Si era ipotizzato l’approdo in Sicilia del centrocampista Guido Bennati, quest’anno a Poggibonsi, in Seconda Divisione, ma ci si orienterà su altri nomi. Nel frattempo, l’ex team manager rossoblu Francesco Bega, che a gennaio aveva traghettato in riva allo Stretto il caraibico Pierre Kareem Zaine, dovrebbe ritrovare da avversario i giallorossi, dal momento che ha accettato la carica di direttore sportivo della Juve Stabia, appena retrocessa dalla B alla C unica.

Commenta su Facebook

commenti