Messina, Bettini e Gattabria per il centrocampo. Previste altre operazioni in entrata

Domenico BettiniIl centrocampista Domenico Bettini con la maglia del Mazara

Dopo avere puntellato porta e attacco, il Messina è pronto a definire due operazioni anche in mezzo al campo, dove le alternative tra gli under sono sempre state ridotte al lumicino. Domenica con il Paceco si è rivisto Fabio Bossa, che non ha fin qui rispettato appieno le grandi aspettative estive. Presto il tecnico Giacomo Modica potrà fare affidamento anche sul cosentino Emanuele Gattabria. Classe 1998, la mezzala mancina per cinque anni ha militato nel settore giovanile del Palermo.

Gattabria

Gattabria è cresciuto nel florido vivaio del Palermo

In estate era stato tesserato dall’Igea Virtus, ma la sua permanenza a Barcellona si è protratta per pochi giorni. Per formalizzare il tesseramento prima della chiusura della sessione invernale fissata per venerdì, dovrà quindi arrivare precedentemente lo svincolo dal club barcellonese, che il responsabile dell’area tecnica Salvatore Grasso, ai nostri microfoni, ha comunque ritenuto una formalità. L’unico grattacapo per il Messina potrebbe essere quindi la concorrenza di qualche altra società. Nei giorni scorsi Gattabria era stato affiancato infatti anche alla Virtus Verona. Il direttore sportivo Francesco Lamazza confida comunque sui buoni rapporti con il suo procuratore, lo stesso dell’attaccante Salvatore Cocuzza.

Domenico Bettini

Domenico Bettini con la maglia dell’Osmon Suno, con cui realizzò 12 marcature

Fallito l’assalto all’esterno offensivo Gaston Gomez, che non lascerà Mazara, Modica dovrebbe presto riabbracciare un’altra “vecchia conoscenza”, definita tale già nella conferenza stampa di sabato scorso. Il riferimento è all’esperto centrocampista Domenico Bettini, che vanta circa 200 apparizioni e una cinquantina di reti tra C, D ed Eccellenza, oltre all’esperienza nelle giovanili del Torino. Originario di Casale Monferrato, per lui una trentina di gettoni tra i professionisti con le maglie di Pro Vercelli e Celano, dove conobbe appunto Modica.

Tra i Dilettanti ottima l’annata nell’Argentina Arma (4 reti in una trentina di gare nel 2015/2016). In Eccellenza sei centri a Mazara, dove riabbracciò l’attuale tecnico del Messina. è un elemento molto duttile, in grado di giostrare sia da esterno alto che da mezzala oppure da trequartista alle spalle delle punte (ipotesi remota nell’attuale ACR). Ad inizio anno era ripartito dai valdostani del Pont Donnaz Hone Arnad. La doppia operazione in mezzo al campo sembra allontanare il tesseramento di Yvan Inzoudine, che comunque dovrebbe attendere qualche settimana per il transfer dalla Francia.

Igea Virtus

Emanuele Gattabria con la maglia del Palermo

Oltre alle novità in uscita (il club dovrà ratificare le annunciate separazioni da Pezzella e Dezai), si lavora agli ultimi innesti. Entro venerdì è previsto l’ingaggio di un terzino sinistro under. Nonostante le reiterate smentite, la società avrebbe effettuato un sondaggio anche per una punta. Con il gong di venerdì sempre più vicino, si riducono comunque i margini di manovra.

Dopo il successo di Paceco, arrivato al termine di una prestazione non certo esaltante, ma più fortunata rispetto a quelle con Troina, Ercolanese e Sancataldese, nelle quali si è raccolto meno di quanto meritato, il Messina prova a raddrizzare, anche grazie al mercato, un deludente 2017. L’ultimo capitolo sarà l’impegno casalingo contro l’Isola Capo Rizzuto fanalino di coda del girone.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti