La Messana Tremonti promuove in prima squadra le sorelle Gambadoro e la Stornante

Prosegue il percorso di avvicinamento alla serie C da parte della Messana Tremonti. Sabato alla Palestra Juvara (ore 17), la compagine presieduta da Mauro Omodei è chiamata alla seconda uscita di Coppa Sicilia contro il Savio, match che conclude il girone a tre che ha visto impegnato anche lo Jonio Volley Nizza di Sicilia. Conclusa questa fase della competizione regionale, sarà già tempo di rivolgere le attenzioni al campionato. Nel frattempo la società ha definito i nominativi dei tre elementi che andranno a consolidare una quanto mai ampia rosa di prima squadra. Si tratta di tre volti di famiglia nella Messana Tremonti, visto che le sorelle Mariacristina e Simona Gambadoro e Domenica Stornante hanno avviato con il sodalizio arancioblu un rapporto che va avanti da diversi anni.
Classe 1992, nelle ultime tre stagioni Simona Gambadoro ha disputato il campionato di Prima Divisione, raccogliendo risultati più che positivi sotto il profilo sportivo: con il suo apporto in campo la Messana Tremonti ha vinto per ben due volte il proprio girone, raggiungendo in entrambe le annate i play off per la promozione. Per lei si tratta di un ritorno nella prima squadra, visto che quattro stagioni fa aveva vissuto l’emozione di fare parte della rosa di Serie C.

L'organico della Messana Tremonti al completo

L’organico della Messana Tremonti al completo

Dal nucleo portante della Prima Divisione proviene anche Domenica Stornante (1991) che andrà ad affiancare nel reparto delle palleggiatrici la Giamporcaro. Si tratta di un elemento con un buon livello di esperienza che potrà dare un valido contributo alla squadra nel corso di un campionato lungo e impegnativo come la serie C. Mariacristina Gambadoro rappresenta un innesto prezioso pensato in prospettiva futura. La minore delle sorelle Gambadoro è di fatto un prodotto del settore giovanile della società sulle cui qualità si punta molto sia per queste che per le stagioni a seguire. Classe ‘99, Maria Cristina ha disputato la scorsa stagione il torneo di Prima Divisione, ambientandosi subito con le insidie di un torneo che vedeva in campo atlete più grandi, in possesso di maggiore esperienza nella categoria. Inoltre ha disputato il torneo under 16 in prestito al Crescere Insieme, raggiungendo la finale provinciale di Milazzo. “Il nuovo progetto societario – afferma il direttore generale Saverio Burrascano – è mirato alla crescita del settore giovanile e, di conseguenza, ci è parso opportuno ripartire dal campionato di serie C con atlete giovani e di prospettiva futura. Risulta quindi abbastanza naturale l’inserimento nel roster di due atlete provenienti da un paio di campionati di Prima Divisione, Domenica Stornante e Simona Gambadoro, promosse in prima squadra insieme al loro allenatore, Giovanni Pastone. Si tratta di una palleggiatrice del ’91 e di una schiacciatrice del ’92 con le quali abbiamo dato il via al ricambio “generazionale” della formazione di C. Le due ragazze si sono ben distinte nello scorso campionato e quindi la società ha voluto premiarle. Si è deciso di puntare anche su Mariacristina Gambadoro, classe ’99, una under 16, che parteciperà prioritariamente al campionato di categoria e alla Prima Divisione; contestualmente parteciperà anche alla serie C, in base alle esigenze dei nostri due allenatori, Giovanni Pastone e Norma Pilota”.
Intanto proseguono le uscite sul campo per affinare assetto di gioco e condizione fisica in vista del campionato: le ragazze di Pastone hanno preparato con grande attenzione la partita di Coppa con il Savio, ben consapevoli delle difficoltà che presenta l’incontro. Di fronte si ritroveranno la corazzata del girone B di serie C nonché la favorita per la vittoria del girone. L’obiettivo è quello di disputare una prestazione positiva e provare a complicarne i propositi di successo, ma soprattutto mostrare ulteriori passi in avanti dopo il buon debutto con lo Jonio.

Le atlete riconfermate della Messana Tremonti

Le atlete riconfermate della Messana Tremonti

Commenta su Facebook

commenti