Meritati consensi per lo stage promosso dal Club Scherma Messina

Il maestro Alessandro Di Bella

Il maestro Alessandro Di Bella

Non si è fermata in estate l’intensa attività del Club Scherma Messina, che ha anzi organizzato e promosso uno stage di alto livello, durato una settimana. Sono giunti, così, nella città dello Stretto tecnici di caratura internazionale, che hanno proposto a 25 entusiasti allievi (pre-agonisti e agonisti) delle lezioni di strategia e tattica d’assalto, mirate ad innalzare il livello qualitativo sia nella spada che nel fioretto.

Il 35enne Andres Carrillo Ayala, olimpionico cubano, due volte oro ai giochi Panamericani e tra i più forti specialisti della spada in Italia, il maestro acese Alessandro Di Bella, che è tra i convocati azzurri ai prossimi Mondiali Master di ottobre a Limoges, il maestro Fabio Galli, allenatore appartenente allo staff della Nazionale di fioretto, il maestro piemontese Giovanni Ippolito, reduce dal mese passato in Brasile con la selezione verdeoro di spada, e l’istruttore catanese Simone Sortino si sono alternati sulla pedana della palestra dell’istituto Spirito Santo, dando preziosissimi consigli ai partecipanti e correggendo, con grande pazienza, gli errori da loro commessi. La parte atletica è stata curata, invece, dai preparatori Alfredo Iannello e Nunzio De Salvo assieme all’animatrice della Federazione Maria Strano.

Il maestro Letterio Cutugno

Il maestro Letterio Cutugno

L’intera iniziativa è stata coordinata con ammirevole passione dal maestro del Club Scherma Messina Letterio Cutugno, che si è detto molto soddisfatto del risultato ottenuto: “Questo innovativo progetto è stato sviluppato, per diversi mesi, con l’intento di portare a Messina professionalità ed esperienza dall’Italia e dall’estero. La presenza di personaggi di primissimo piano nel panorama mondiale di spada e fioretto ci ha permesso di centrare, quindi, l’obiettivo primario che ci eravamo prefissati, accrescendo notevolmente il bagaglio degli schermidori peloritani. Ciò che si è fatto in sette intense giornate – conclude Cutugno – ha arricchito tutti e di questo siamo particolarmente orgogliosi, tanto che abbiamo già altre idee similari per il futuro, che daranno continuità al lavoro portato avanti tramite queste prestigiose collaborazioni”.

Commenta su Facebook

commenti