Menichini: “Spazio a chi ha giocato meno, ma non snobbiamo la Coppa”

Menichini, allenatore della Salernitana

“Ci avviciniamo all’esordio in Coppa Italia con la voglia di vincere e fare bene. Siamo la squadra che detiene questo trofeo, abbiamo la coccarda tricolore sul petto e non possiamo permetterci di sottovalutare questa competizione”. Il tecnico della Salernitana, Leonardo Menichini, ha presentato così, al sito ufficiale del club granata, la gara contro il Messina, valida per il secondo turno eliminatorio della Coppa Italia Lega Pro. “Ci sarà sicuramente spazio per chi ha giocato di meno – ha aggiunto l’allenatore – per il resto cercherò come sempre di mettere in campo una squadra competitiva. Giocando di mercoledì dobbiamo alternare un po’ di giocatori affinché possiamo avere una quadra fresca sia in campionato che in coppa. Ho già deciso per larga parte gli uomini che partiranno dal primo minuto. Ho ancora qualche dubbio legato ad alcuni elementi non al massimo della forma e mi riservo fino all’ultimo minuto per decidere”. Il tecnico ha quindi concluso: “La squadra che andrà in campo dovrà fare bene per rispetto del pubblico e della società. Abbiamo preparato la gara per ottenere il massimo, superare il turno e fare una buona prestazione”.

L'attaccante Ciro Ginestra

L’attaccante Ciro Ginestra

Al termine della seduta di rifinitura il mister Leonardo Menichini ha diramato la lista dei convocati. PORTIERI: Ronchi, Russo; DIFENSORI: Bianchi, Colombo, Franco, Pezzella, Trevisan, Tuia; CENTROCAMPISTI: Castiglia, Giandonato, Grillo, Pestrin, Svonja, Volpe; ATTACCANTI: Calil, Cappiello, Ginestra, Mendicino, Mounard. Fuori dall’elenco il portiere Gori, il difensore Lanzaro, i centrocampisti Bovo e Favasuli, oltre agli attaccanti Nalini (stop meno grave del previsto, la risonanza magnetica a carico della caviglia destra ha escluso lesioni legamentose) e Gabionetta infortunati. Resta a casa anche Maikol Negro. Si rivedono, invece, Ginestra e Mounard. C’è inoltre il centrocampista Pestrin, in giallorosso dal 2007 al 2008.

Commenta su Facebook

commenti