L’under 19 dell’Orlandina si sblocca al concentramento di Agropoli. Primo brindisi contro Trinitapoli

Dopo l’amarezza della gara d’esordio contro la Pino Dragons Firenze è arrivata la prima vittoria per l’Orlandina Under 19 nella fase interzonale in corso di svolgimento ad Agropoli. Battuta agevolmente la formazione pugliese del Basket Trinitapoli col punteggio di 75-41, domani alle ore 10.30 è previsto l’ultimo match contro i pari età della Viola Reggio Calabria, sfida decisiva per il passaggio del turno. Alla luce dei risultati maturati nel pomeriggio (Firenze ha battuto Reggio Calabria 57-56), infatti, domani sarà un vero e proprio spareggio per accedere al secondo turno poiché sia i biancazzurri che i calabresi hanno due punti in classifica.

Un'azione del match contro Trinitapoli

Un’azione del match contro Trinitapoli

Al PalaDiConcilio nel primo quarto partono forte i giovani biancoazzurri che concedono poco o nulla agli avversari e trovano canestri con continuità (20-6). Dopo la prima mini pausa però c’è la reazione dei pugliesi che realizzano un parziale di 2-12 in avvio di seconda frazione arrivando anche a impattare nel punteggio 26-26 a 4′ dall’intervallo. Sussulto d’orgoglio per l’Orlandina che con due triple in fila di Strati e Galipò arriva alla pausa lunga sul 32-27. Al rientro sul parquet l’Upea è padrona del gioco, a fine terzo quarto è sopra già di 28 punti (57-29) e nell’ultima frazione gestisce punteggio e energie.

Orlandina Basket – Basket Trinitapoli 75-41
Parziali: 20-6; 32-27; 57-29
Orlandina: Galipò 9, Cordici 17, Strati 12, Crisà 3, Busco 11, Motta, Ettaro, Randazzo 8, Giuliano, Munastra 3, Spampinato 10, Pappalardo 2

Nella gara d’esordio invece fatale era risultato l’ultimo quarto contro la Pino Dragons Firenze, vittoriosa  per 64-43. Contro i toscani i primi dieci minuti s’erano chiusi in equilibrio con i paladini in vantaggio (12-14), poi nella seconda frazione i toscani hanno accelerato bruscamente e hanno chiuso all’intervallo avanti di dieci lunghezze (29-19). Al rientro sul parquet, però, sono tornati in partita i ragazzi della città del Capo che, con Busco e Randazzo in evidenza (15 punti ciascuno alla fine), hanno ricucito lo strappo e si sono portati alla sirena del terzo quarto sotto di un solo possesso (41-38). Nell’ultima frazione Firenze aumenta l’intensità in difesa e prende il largo capitalizzando le palle recuperate dietro e vincendo il match con un largo vantaggio (64-43).

Questo il commento a fine gara del tecnico paladino, nonchè assistente della prima squadra impegnata nel campionato di DNA Gold, David Sussi: “Peccato aver mollato alla fine, fino al terzo quarto avevamo difeso bene e mostrato di avere opzioni in attacco anche se stavamo facendo fatica. Probabilmente dopo qualche azione non portata a termine, abbiamo pensato che non c’era più nulla da fare. Un errore di cui ci rammarichiamo. Nulla ci è ancora precluso e, anche se non abbiamo iniziato nel migliore dei modi, possiamo ancora recuperare».

Il quintetto dell'Orlandina

Il quintetto dell’Orlandina

Il tabellino di gara 1:
Pino Dragons Firenze – Orlandina Basket 64-43
Parziali: 12-14; 29-19; 41-38
Pino Dragons Firenze: Nardi 6, Colombini 6, Boschi 12, Dionisi 6, Piccini 14, Massoud 3, Mannelli 6, Merlo, Sargenti 9, Pezzati 2, Galardi, Pasqui. All. Salvetti
Orlandina Basket: Randazzo 15, Busco 15, Spampinato 2, Pappalardo 2, Giuliano 2, Cordici 2, Strati 5, Galipò, Crisà, Motta, Ettaro, Munastra. All. Sussi

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com