Orlandina, Pozzecco: “Blindiamo il secondo posto. Stagione da record ma non ci sentiamo appagati”

Su un campo notoriamente ostico come quello di Jesi, con quella di ieri solo quattro sconfitte in quindici gare casalinghe, è arrivata la certezza matematica del secondo posto per l’Upea Orlandina (solo una formalità all’ultima giornata contro Imola), piazzamento di prestigio che assicura il vantaggio del fattore campo fino ad un’eventuale semifinale playoff. L’allenatore, autore di questa escalation di successi, Gianmarco Pozzecco parte proprio da qui nell’ottica analisi della gara: “Abbiamo messo un suggello al secondo posto. Con Imola sarà una festa, per noi è un risultato storico, non siamo appagati perché nei playoff vorremmo dire la nostra. Dobbiamo essere felici per il cammino intrapreso, nello sport si commette spesso l’errore di guardare sempre avavnti. A Capo sono sicuro che stanno festeggiando. Riguardo al fatto che ritornavo a Jesi, dove avevo allenato la mia prima gara lo scorso anno, sono stati tutti molto carini con me per l’accoglienza e perché ci avete lasciato vincere. Mi porterò sempre con me queste cose così come ricordo ancora un messaggio via Facebook di Maggioli. Sono legato a questo posto, il mio luogo preferito da allenatore, mentre da giocatore ci siamo incrociati poche volte”.

Gianmarco Pozzecco (Orlandina)

Gianmarco Pozzecco (Orlandina)

La chiave del successo è stata la serata di grazia dell’agrigentino Portannese, unita all’esperienza del “Baso”, Soragna  e Nicevic: “Portannese è stato molto continuo nei quaranta minuti. Il nostro capitano ha segnato 16 punti, Basile si è prodigato in difesa. Sottolineo la prova di Laquintana che ha cambiato la partita in difesa, regalandoci un buon vantaggio tra terzo e quarto quarto. Poi abbiamo ben amministrato. Faccio i complimenti allo jesino Migliori per la sua prestazione. Non avevo visto Jesi  al video tape, lui gioca da molto bene da quattro. Certo 23 punti con 32 di valutazione e 7 falli subiti sono numeri di tutto rispetto. Saluto anche Hoover, un giocatore che ricordano tutti per quello che ha fatto a Capo d’Orlando”.
Poi è uno show in sala stampa con la consueta ironia del Poz che risponde al telefono durante la conferenza stampa scatenando l’ilarità degli addetti ai lavori marchigiani. La magia di una delle icone della nostra pallacanestro non conosce confini ed il connubio con Capo d’Orlando è sempre più forte. Con la certezza che l’Orlandina proverà a riscrivere una nuova storia di successi che la ripropone tra le società più apprezzate per serietà e professionalità della nostra pallacanestro.

Questo il video con la conferenza stampa dell’allentore dell’Orlandina Gianmarco Pozzecco:

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com